05 nov 2015

Capitolo 73 L’angelo fotografato in Svizzera 1955

Il dottor Adolph Guggenbuhl considerava le campagne di guarigione di William Branham in Zurigo, Svizzera, un successo fenomenale. Le dimensioni delle folle l’avevano impressionato; così come l’emozione e la riverenza che vide sui volti di tutti coloro che avevano ascoltato il discernimento soprannaturale e visto Gesù Cristo guarire i malati e operare altri miracoli. Non appena conclusa la campagna di Zurigo, il dr. Guggenbuhl chiese a William Branham di lasciarlo organizzare subito dopo un’altra campagna in Europa per la stagione estiva. Quando Bill accettò di tornare, il dr. Guggenbuhl programmò due settimane di riunioni per la metà del mese di agosto 1955–la prima settimana in Karlsruhe, Germania, e la seconda settimana a Losanna, Svizzera. Tuttavia, quando i leader della Chiesa Riformata Svizzera seppero di questi piani, fecero tutto il possibile per impedire il verificarsi di queste riunioni. Quando i loro sforzi in Svizzera fallirono, invasero il parlamento tedesco con denunce e fecero pressioni per convincere il governo a non lasciar entrare William Branham in Germania. Il dr. Guggenbuhl si recò a Bonn a presentare la sua denuncia. Non servì a nulla. L’influenza della Chiesa Riformata Svizzera aveva chiuso e bloccato la porta. Il dr. Guggenbuhl pregò su cosa fare in seguito, e Dio gli rivelò come togliere l’ostacolo.
Dopo la sconfitta della Germania nella seconda guerra mondiale il paese era stato suddiviso in quattro sezioni. Ogni settore era sotto il controllo di uno degli eserciti alleati conquistatori: americano, inglese, francese e russo. La città di Karlsruhe era una zona occupata dagli Americani.
Il dr. Guggenbuhl decise di portare direttamente il suo caso al colonnello americano in carica in quel distretto.
Un segretario introdusse il dr. Guggenbuhl nell’ufficio del comandante in carica. Il colonnello lo salutò cordialmente, e poi si sedette dietro la scrivania ad ascoltare. Il dr. Guggenbuhl spiegò: “Io rappresento un evangelista americano che crede che Dio voglia che predichi in Germania questo mese. Ma le Chiese Riformate si oppongono alla sua dottrina, così hanno convinto il governo a negargli l’ingresso. La mia tesi è questa: Se permettono a Billy Graham di entrare e predicare, perché quest’altro uomo non può”?
Il colonnello si appoggiò indietro sulla sedia e chiese: “Cos’hanno contro questo concittadino”?
“Egli prega per i malati e ottiene risultati – grandi risultati – risultati miracolosi. Penso che la Chiesa riformata sia a disagio per l’idea di un Dio soprannaturale che la gente può vedere in azione”.
“Prega per i malati, dite. Chi è questo evangelista”?
“Il suo nome è William Branham”.
“Il fratello Branham”! Il colonnello ondeggiò in avanti nella sedia. “Mia madre è stata guarita in una riunione di Branham in Virginia. Si alzò da una sedia a rotelle. Dì al fratello Branham di venire. Mi occuperò personalmente di farlo entrare”.
Sebbene la Chiesa Riformata non tenne Bill fuori della Germania, gli impedirono l’uso dello stadio statale di Karlsruhe. Ciò non fermò il dr. Guggenbühl. Affittò un campo da un agricoltore e costruì una grande intelaiatura rettangolare in legno,di travetti due per quattro, quindi coprì questa struttura con un tessuto di tela traslucida leggera. Questa improvvisata cattedrale poteva riparare migliaia di persone dal sole o dalla pioggia, ma se poteva sopportare una tempesta di vento era da verificare.
Giovedì, 11 agosto 1955, Bill e Billy Paul Branham, Fred Bosworth e Miner Arganbright salirono a bordo di un aereo a New York e volarono a Karlsruhe, in Germania. Iniziarono la campagna di guarigione il Venerdì sera. Molte migliaia di persone riempirono la cattedrale di tela e un migliaio fuori in piedi guardava attraverso i lembi dell’accesso aperto. Settantasette autobus, oltre alle centinaia di automobili, aspettavano nel parcheggio. I seguenti due giorni aprirono gli occhi della Germania al soprannaturale. La Domenica pomeriggio Bill offrì l’eternità ad ogni uomo, donna e bambino, che accettava il sacrificio del sangue di Gesù Cristo come espiazione per i propri peccati. Migliaia di persone Lo accettarono. Quella sera, Gesù provò nuovamente che è vivente; in primo luogo, attraverso il Suo perfetto discernimento; e in secondo luogo, attraverso i Suoi potenti miracoli.
Dopo il servizio, una squadra di polizia militare tedesca scortò Bill e Billy Paul alle loro auto. I terroristi comunisti avevano minacciato di assassinare l’evangelista americano, così il governo gli aveva
39
assegnato questa squadra di poliziotti per proteggerlo. Come Bill si avvicinò nei pressi della berlina nera che lo trasportava avanti e indietro alle riunioni, un’altra auto invertì la direzione di marcia e sbandò attraverso il parcheggio, dirigendosi dritto verso l’evangelista e suo figlio. Bill saltò nel sedile posteriore ma Billy Paul era ancora sulla traiettoria del fanatico. Bill spinse suo figlio fuori dalla traiettoria appena in tempo.
La mattina successiva il leader di un culto spiritualista chiese di incontrare l’evangelista americano. Il dottor Guggenbühl rifiutò di concedergli un colloquio con Bill. Il leader del culto, offeso, disse a Guggenbühl, “Oggi io e i miei seguaci lanceremo un incantesimo sulla riunione di Branham”. Evocheremo una bufera così grande che spazzerà via tutto il luogo. Gli mostreremo la nostra potenza. Quando il dottor Guggenbühl raccontò a Bill di questa minaccia, Bill non si preoccupò, sapendo che la potenza di Gesù Cristo prevaleva su qualsiasi incantesimo del nemico.
Quella sera Fred Bosworth predicò la guarigione per fede nel nome di Gesù, ponendo un fondamento per la linea di preghiera che si sarebbe fatta seguito. Tutto il giorno spirò una leggera brezza spingendo le nuvole in cielo, a volte nascondendo e talvolta svelando il sole. Poco dopo Bill salì le scale per la piattaforma e salutò il pubblico, la brezza si rafforzò, risucchiando il telo verso l’interno della struttura di legno, poi con un colpo secco verso l’esterno, ondeggiando come una vela, – ondeggiava dentro e fuori sempre di più come un mostruoso polmone ansimante. Tuoni lontani avvertivano la folla che si stava avvicinando un tempo peggiore. Bill continuò a parlare sul soggetto della fede e della guarigione, raccontando la storia del cieco Bartimeo seduto sulla strada di Gerico che gridava a Gesù perché si fermasse e lo guarisse. Presto, l’ululato del vento rese difficile per la folla ascoltarlo anche con l’aiuto degli altoparlanti. I tuoni rimbombavano più vicino, come il tuono di un esercito che si stava avvicinando al fronte di battaglia, con cannoni tuonanti e esplosioni di proiettili. Il vento strattonava inesorabilmente la struttura di tela che non era stata costruita per sopportare tale stress. E faceva girare turbinosamente i lembi della porta, minacciando di far volare via la costruzione come un aquilone.
Bill sapeva che non era una normale tempesta. Poiché il primo schiocco del tuono era risuonato mentre stava pregando il Signore affinché gli mostrasse cosa doveva fare. Ora egli vide una piccola ombra scura alla deriva sopra la folla di diverse migliaia di persone. Egli osservò quell’ombra finché la vide stabilirsi sopra un gruppo di quindici uomini seduti in una riga. Essi puntavano delle piume verso di lui e formulavano parole che non riusciva a capire. ( Più tardi apprese che stavano salmodiando, ‘Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, noi suscitiamo una tempesta per distruggerti’). Poi notò un’altra fila di uomini nel corridoio che facevano la stessa cosa – forse 30 uomini in tutto, agitavano le piume e cantavano. Mentre Bill studiava questi uomini e le loro peculiari azioni, una visione aprì il sipario tra le dimensioni, rivelando il leader di questo culto che s’inchinava ai diavoli slegati intorno a lui.
Giratosi verso il suo interprete, Bill disse: “Fratello Lowster, non interpretare questo”. Poi, chinato il capo pregò: “Signore Dio, Creatore del cielo e della terra, io sono sul suolo tedesco in nome di Gesù Cristo. Tu mi hai mandato qui per la salvazione di queste persone. Satana, io ti comando nel nome di Gesù vai via da qui”. Alzata la testa, guardò quel leader e disse dolcemente: “Tu figlio del diavolo, come Janné e Jambré erano contro Mosè, così tu hai il potere per eseguire miracoli. Ma non puoi toccare il Dio soprannaturale. Perché hai cercato di distruggere questo servizio, dovrai pagare un prezzo”.
Improvvisamente Bill vide la Colonna di Fuoco davanti a lui, appena oltre il bordo della pedana, sospesa sopra una donna che era saldamente legata ad una barella di ambulanza. Con la visione, egli previde qualcosa di miracoloso. “Là”, disse, puntando il dito, “La donna legata, distesa sul letto – lei ha la tubercolosi e la sua spina dorsale è mangiata in due. Qualcuno sciolga quelle cinghie”.
Un uomo dall’aspetto distinto seduto in prima fila si alzò ed obbiettò: “Non può farlo! Sono il suo medico. Lei deve restare completamente immobilizzata o potrebbe morire”.
“La slacci”, Bill insistette, “Così dice il Signore, lei è guarita”.
Qualcuno slegò le cinghie e la donna sulla barella si sollevò e per fede si alzò. Il pubblico fece un sussulto collettivo mentre lei camminava a piedi nudi sulla segatura della navata. Il primo miracolo della campagna di Karlsruhe accese un fuoco di aspettativa in migliaia di cuori e scosse molti scettici, ma non tutti…
Dieci minuti erano passati da quando Bill aveva rimproverato il leader il cui culto magico evocò la tempesta. Nel frattempo, il vento era diminuito ad un sussurro e le nuvole si erano evaporate, lasciando che il sole desse il bacio della buonanotte al telone della cattedrale mentre tramontava. Bill
40
terminò il suo sermone e poi chiamò 15 numeri dei biglietti di preghiera. Mentre queste 15 persone formavano una linea alla sua destra, Bill notò che l’uomo che lo aveva sfidato era ora accasciato in avanti sulla sua sedia. “Fratello Lowster, guarda quell’uomo laggiù. Guarda come la sua testa è in avanti e le braccia sono penzoloni. Qualcosa gli è accaduto. Manda qualcuno là per vedere che cosa è successo”.
Quando indagarono, scoprirono che quel leader non poteva muoversi. Un gruppo di uscieri dovette portarlo fuori dall’edificio. Bill non seppe mai cosa ne fu di lui.
Mentre sulla piattaforma tutti stavano a guardare la fine di questo piccolo dramma, un usciere condusse una ragazza cieca sulla piattaforma e la lasciò sola. Ciò fu un errore. Agitata, la ragazza cieca vagava in cerca dell’americano. Bill la vide proprio mentre stava per cascare dal bordo della piattaforma. L’afferrò e la tirò indietro.
In tedesco lei disse: “Voglio incontrare l’uomo che pregherà per me”.
Il signor Lowster disse: “Egli sta prendendo la tua mano”.
La ragazza abbracciò Bill così calorosamente che il suo cuore si commosse dalla pietà. Sembrava così innocente nel suo vestito a fiori, i capelli erano divisi nel mezzo e intrecciati in due lunghe trecce. Aveva circa otto anni, la stessa età di sua figlia Rebecca.
Improvvisamente una visione ridusse questa ragazza alle dimensioni di una neonata. Bill vide sua madre mentre la cullava nelle sue braccia. Sua madre era alta, magra, bionda e suo padre era tarchiato e aveva i capelli scuri. Bill successivamente vide un medico chinato sopra la bambina che esaminava i suoi occhi, poi disse che era cieca.
Quando la visione lo lasciò, Bill disse al pubblico ciò che aveva visto mentre cercava di intravedere i volti dei genitori.
Egli vide la madre della ragazza seduta alcune file indietro. Bill disse: “Certo io non ho alcun potere per guarirla. Gesù Cristo è l’unico Guaritore”.
Bill guardò la ragazza cieca che lo stava ancora stringendo disperatamente. Mentre la guardava sembrava che si separasse in due ragazze, una delle quali si allontanò come un’ombra, correndo verso il bordo della pedana gesticolando in aria, puntando il dito verso diversi oggetti. Ora Bill sapeva cosa stava per accadere. Pregò: “Padre Celeste, ho lasciato mia figlia Becky a casa a pregare per me, al fine di venire qui e pregare per questa bambina. Ti prego guariscila nel nome di Gesù. Delicatamente sollevò il suo viso dalla sua spalla. Lei guardò oltre di lui, fissando il soffitto. Poi disse qualcosa in tedesco. Lowster interpretò, “Fratello Branham, lei sta chiedendo che cosa sono quelle cose rotonde sopra di noi”. Poteva vedere le luci elettriche sopra la testa. Bill mise due dita di fronte al suo volto. Quante dita sono? Chiese attraverso il suo interprete.
“Due”, rispose, alzando due delle sue piccole dita.
Sua madre corse gridando sulla piattaforma così veloce che perse una scarpa su per le scale. In un attimo stava soffocando la figlia di baci. La bambina chiese: “Sei mia madre”?
“Sì, cara”, rispose.
Alzando il volto di sua madre, con la sua piccola mano, la ragazza diceva continuamente, “Oh, mamma, sei così bella.. così bella”.
Più tardi, un usciere condusse un uomo di mezza età fino sul podio. Quando Bill fece una domanda a quest’uomo attraverso il suo interprete tedesco, l’uomo rispose facendo dei segni con le mani. Ci vollero alcuni minuti per trovare qualcuno che potesse interpretare il linguaggio dei segni, poi anche Bill comprese che era nato sordo e muto. Dopo aver pregato per la sua guarigione, il sordomuto poteva sentire e parlare. Poiché l’uomo non aveva mai sentito prima o parlato una parola, una lingua era buona quanto un altra per controllare la sua guarigione. Bill sussurrò al suo interprete tedesco, chiedendogli di dire all’interprete del linguaggio dei segni di ripetere all’uomo ciò che Bill diceva. Poi Bill disse: “Mamma”.
L’uomo borbottò una parvenza di “Mamma”.
Bill disse: “Io amo Gesù”.
L’uomo farfugliò qualcosa insieme, che suonava come, “Io-wuv-Gesù”.
Bill disse: “Lode al Signore”!
Un po’ più chiaramente l’uomo disse: “Lode al Signore”.
41
Anche se le nubi temporalesche al di fuori erano sparite, l’aria all’interno dell’edificio di tela tuonò con lode a Gesù Cristo. Quella sera, Dio fece di più che azzittire una tempesta; fece tacere anche i numerosi critici.
Dopo dieci giorni in Germania, il team Branham percorse 322 chilometri a sud di Karlsruhe per recarsi a Losanna, in Svizzera, una città situata sulla riva nord del Lago di Ginevra, non lontano dal confine orientale della Francia. Migliaia di persone di lingua francese riempirono una gigantesca arena per ascoltare l’uomo che affermava che un angelo di Dio era accanto a lui quando pregava per i malati. Entro la fine della settimana, anche alcuni ministri della chiesa nazionale si erano quasi convinti che ciò era vero. Il sabato mattina, 27 agosto 1955, circa 40 ministri di diverse confessioni si raccolsero nella sala di un hotel di lusso a Losanna per fare la colazione con l’evangelista ospite. Bill si sedette a capo tavola con Guggenbühl, Bosworth, Arganbright e un altro uomo che ricopriva il ruolo di interprete e portavoce per i ministri Svizzeri.
Dopo la prima colazione, il portavoce disse: “Sappiamo che qualcosa di soprannaturale sta accadendo nelle vostre riunioni, ma non siamo sicuri di cosa si tratta. Non riusciamo a capire come si può vedere visioni. Potrebbe darci una spiegazione scientifica di come funziona”?
“Non lo posso spiegare perché è Dio – e non si può spiegare Dio, dovete credere in Lui. Potrei citare un sacco di Scritture sulle visioni, ma voi ne conoscete già la maggior parte. Per quanto riguarda una spiegazione scientifica, io non ne ho. La cosa più vicina sono le foto che sono state prese dell’angelo del Signore, che dimostrano scientificamente che Egli è reale”.
“Reverendo Branham, abbiamo un fotografo professionista con noi oggi. Se l’angelo viene qua questa mattina, si può provare a fotografarlo”?
“È possibile se non si usa il flash. Sotto l’unzione, vedo l’angelo del Signore come una luce luminosa. Se sto guardando l’angelo quando qualcuno scatta un flash, mi disoriento e può anche fallire la visione. Ecco perché io non lascio scattare foto con il flash durante gli incontri”.
Il fotografo assicurò Bill che un flash non sarebbe stato necessario in quanto le finestre alte della sala del banchetto lasciavano entrare abbondanza di luce nella stanza. Mentre sistemava la sua macchina fotografica su un treppiede, il portavoce disse: “Reverendo Branham, mi raccomando, segnali al cameraman se vedete l’angelo”.
“Lo farò, se viene”.
“Grazie. Alcuni di noi stiamo pensando di portare il vostro messaggio nelle nostre chiese, se possiamo dimostrare che non è stregoneria”.
“Stregoneria”? Bill era sconvolto. “Fratelli, davvero! Stregoneria? Questo è ridicolo. È assolutamente impossibile per un demone di avere qualcosa a che fare con la guarigione Divina. Ogni Scrittura è contro di ciò. Gesù stesso ha detto: ‘Se satana scaccia satana, il suo regno è diviso e non può durare’. Vedete? Egli non può farlo. La guarigione proviene solo da Gesù Cristo”.
“Bene, il discernimento è la parte che ci sta dando problemi. Alcuni dei nostri leader dicono che si tratta di un trucco. Pensano che di giorno vada in giro per la città a parlare alla gente, quindi dai loro una carta di preghiera e li chiami alla sera, in modo che già sai tutto di loro”.
“Chiedilo più tardi alla gente. Te lo diranno. Non li ho mai visti prima in vita mia”.
“Forse stai leggendo le loro menti”.
“Come posso leggere le loro menti? Non posso neppure parlare la loro lingua. Quando parlo delle visioni, a volte devo sillabare il loro nome lettera per lettera, perché non posso pronunciarli.
“Forse usi la telepatia mentale per leggere quello che scrivono sulle loro carte di preghiera”.
“Può la telepatia mentale aprire gli occhi dei ciechi? Fratelli, siate ragionevoli. Chi è che può guarire i malati e predire il futuro? Credete anche voi in un Dio onnisciente e onnipotente”?
“Oh, noi crediamo in Dio – ma questo è così diverso da ciò che ci è stato insegnato”.
Bill si stancò delle loro insignificanti opinioni. Disse: “Fratelli, il vostro problema è che siete ciechi spiritualmente, e questo è molto peggio che essere fisicamente ciechi. Gli occhi della vostra testa vedono cose che i profeti e grandi uomini hanno atteso di vedere, e ancora voi non volete crederlo. Bene disse Isaia di voi, dicendo: ‘Avete occhi, ma non vedete e orecchie, ma non sentite”. Egli disse queste acute parole in tono dolce, che le fece sembrare un cordiale avvertimento e che sembravano essere ricevute di buon cuore dai suoi ascoltatori. L’interrogatorio continuò per un po’ di tempo. Infine Bill chiese a tutti di alzarsi e unirsi a lui nella preghiera. Improvvisamente sentì la presenza dell’angelo del Signore. “Solo un momento, signori. Colui del quale sto parlando è qui ora”.
42
A questo punto, il fotografo professionista scattò una serie di foto in rapida successione. Allo stesso tempo una visione stava aprendo una finestra di rivelazione per l’evangelista. Bill disse: “L’uomo dai capelli grigi dall’altra parte della tavola, di fronte a me è un italiano. Egregio Signore, eri un capo di 32.000 comunisti. Sei stato allevato da cattolico, ma poi hai preso una Bibbia e hai letto dove Gesù Cristo, il Figlio di Dio, è morto per salvarti dai tuoi peccati e tu lo hai accettato. Ora conduci un orfanotrofio e una scuola in montagna. Il motivo per cui non hai toccato la prima colazione è perché hai un’ulcera allo stomaco e molte volte non ti permette di mangiar niente”.
L’italiano confermò che ogni parola era vera.
Bill disse: “Così dice il Signore, Vai avanti e mangia la colazione. Il tuo stomaco è guarito”.
Cautamente, l’italiano assaggiò un boccone di uova. Quando questo boccone andò giù bene, attaccò il suo cibo come un uomo che era appena stato rilasciato da una prigione comunista. Bill chiese ai ministri nella sala: “Che tipo di biglietto di preghiera telepatica ha usato il collega”?
Quando il fotografo professionista sviluppò questi negativi, li mostrò subito a Guggenbühl, che a sua volta, mostrò quattro di queste fotografie a Bosworth e Branham.
Il dottor Guggenbühl poteva difficilmente contenere il suo entusiasmo. Queste quattro immagini sequenziali avevano chiaramente impressionato l’angelo del Signore che scendeva nella sala dei banchetti.
La prima fotografia sembrava normale. Mostrava i quaranta ministri che pregavano di fronte alle loro tavole. Lo staff dell’hotel aveva collegato queste tavole in un modello di forma rettangolare con le due linee di tavole più lunghe che andavano da nord a sud. I ministri erano su entrambi i lati dei loro tavoli posti uno di fronte all’altro, con la testa piegata. La fotocamera era stata fissata sulla cima di un alto treppiede centrata all’estremità sud della sala. Dato che Bill si trovava di fronte alla fotocamera al centro del tavolo, a nord della fotocamera, l’immagine catturò una chiara, anche se distante, vista della sua testa. Dietro di lui c’era un’intera parete di vetrate e porte in vetro che si affacciavano sulla hall. Le finestre verso l’esterno si trovavano sul lato destro della fotografia, così il sole del mattino illuminava il lato a est di tutto nella stanza, mentre metteva in ombra tutto dalla parte ovest.
Fotografia 1
Losanna Svizzera
43
Fotografia2 Losanna Svizzera
Nella seconda foto le ombre sono sparse, e in un’altra disposizione, non per le luci elettriche sopra la testa (come mostra la fotografia sono spente), ma per una strana palla di fuoco sospesa a metà strada tra il pavimento e l’alto soffitto, apparentemente proveniente direttamente sopra il luogo in cui Bill stava pregando. Questa luce soprannaturale era di circa un metro di diametro e sembrava vibrare così velocemente che la fotocamera non poté fermare la sua forma, lasciando i bordi sfocati e indistinti.Fotografia 3 Losanna Svizzera
La terza immagine mostra la palla di luce che circonda la testa di Bill, che lo toglie completamente dalla vista.
45
Fotografia 4 Losanna Svizzera
Nella quarta immagine tutti i ministri erano seduti ad eccezione di Bill e del suo interprete. La luce si era ridotta a circa 60 cm di diametro ed ora sembrava un alone dietro alla testa di Bill – nondimeno c’era un alone asimmetrico più marcato sulla sua spalla destra. Bill aveva la mano sinistra sollevata al livello dei suoi occhi, apparentemente evidenziando un punto mentre egli parlava.
Il dottor Guggenbühl disse: “Il fotografo utilizzò una fotocamera costruita in Germania che è una delle migliori al mondo. Prese prima una dozzina di immagini nella sala banchetti, poi ha preso queste, e ha preso una dozzina di immagini dopo aver preso queste – e tutte erano normali, perciò non poteva esserci qualcosa di difettoso nella fotocamera”. Bill esaminò attentamente le fotografie. “Questo è l’angelo del Signore, proprio così. In questa prima immagine tutti erano in piedi – quando ho sentito la presenza dell’angelo. Poi qui nella seconda foto, si può vedere l’angelo come una palla di fuoco che scende verso di me. Nella terza foto, si vede che copre completamente la mia testa. Questo è stato quando ebbe luogo la visione. Qui, in quest’ultima immagine, si vede quando si diparte da me. Notate come si è allontanato dalla mia parte destra. L’angelo è sempre alla mia destra. Ecco perché nei miei meeting la linea di preghiera viene sempre alla mia destra, in modo che la gente stia vicino all’angelo”.
“Lei pensa che questo convincerà quei ministri”?
“Se sono veri credenti in Dio, lo crederanno. Se non sono veri credenti, niente potrà convincerli”.
Proprio come a Zurigo, due mesi prima, questa seconda campagna europea del 1955 fu un successo straordinario. Valutando la risposta a queste due settimane d’incontri, la squadra Branham stimò che 100.000 persone diedero le loro vite a Gesù Cristo, o furono da Lui guarite.
Durante la sua ultima predica in Losanna, Bill ammonì nuovamente la Chiesa riformata svizzera per la loro convinzione che Gesù non nacque da una nascita verginale. Predicò: “Non molto tempo fa una donna in America, mi disse: ‘Fratello Branham, tu vanti troppo Gesù nel suo
46
cammino terreno. E lo rendi Divino’. Io risposi, ‘era Divino’. Lei disse: ‘Fu un grande profeta, ma era solo un uomo, e lo posso dimostrare con la Bibbia’. Io dissi: ‘gradirei che me lo mostrasse. ‘Aprì la Bibbia in Giovanni al capitolo 11 e lei lesse la parte quando Gesù pianse alla tomba di Lazzaro. Lei disse: ‘Solo un uomo può piangere’. Io risposi: ‘Signora, Egli era un uomo quando pianse alla tomba di Lazzaro. Ma quando comandò a Lazzaro di uscire fuori e un uomo che era morto da quattro giorni si alzò in piedi e visse ancora una volta, quello era più che un uomo, era più che un profeta, quello era Dio’!
“Gesù era un uomo quando si addormentò nella barca. Egli era così stanco per aver predicato tutto il giorno e pregato per i malati che la tempesta non Lo svegliò. Quella piccola barca da pesca era sbattuta da quelle grandi onde come un tappo di sughero. Diecimila diavoli del mare avevano giurato che Lo avrebbero annegato quella notte. Era un uomo, quando i Suoi discepoli Lo scossero per svegliarlo; ma quando Egli guardò in alto verso il cielo e disse: ‘Pace, calmati’, e la tempesta Lo obbedì, quello era più di un uomo – era Dio”!
“Era un uomo quando fu appeso sulla croce e morì per i nostri peccati, il sacrificio supremo. Ma la mattina di Pasqua, quando la pietra rotolò via dal sepolcro ed Egli uscì fuori, dimostrò che era Dio”!