06 nov 2015

Capitolo 43 Appare il secondo segno 1948

La settimana dopo che William Branham ritornò dalla Clinica Mayo,
recuperò 5 kg. Si sentiva ancora debole e malfermo, ma sapeva che
ormai era solo una questione di tempo, fino a quando si sarebbe
sentito abbastanza bene per riprendere il suo ministero.
Mentre si riprendeva, seguiva con vivo interesse le notizie della
guerra in Palestina. Il neonato Israele era contro i più grandi e più
forti vicini stati arabi. Bill poteva identificarsi con il nascente stato
d’Israele in tanti modi. Quasi nello stesso tempo in cui Bill fu
costretto a sospendere il suo ministero di guarigione, a causa della
sua condizione nervosa che minacciava la sua vita, gli ebrei in
Palestina erano costretti a lottare per la loro vita. Il 14 maggio 1948,
si dichiararono nazione indipendente. Il giorno successivo, cinque
paesi arabi dichiararono guerra ad Israele e superate le frontiere con i
loro eserciti, giurarono che avrebbero gettato in mare ogni Ebreo.
Israele non aveva un proprio esercito, ma aveva la disperazione dalla
sua parte – come l’aveva Bill. All’inizio gli ebrei di Palestina
sembravano fossero condannati, ma di giorno in giorno i piccoli
gruppi di resistenza si unirono, fino a battere i loro nemici finché li
bloccarono. Ora la guerra si era impantanata in negoziati.
Bill si dilettò per ore a scoprire il significato biblico di questi eventi.
Israele era di nuovo una nazione! Per circa millenovecento anni gli
ebrei furono dispersi tra gli altri paesi del mondo. Ora erano
nuovamente nella Terra Promessa. Era questo il fico di cui parlò
Gesù in Luca 21? Bill si sentiva certo che la nuova nazione d’Israele
sarebbe sopravvissuta a questo conflitto, perché Biblicamente doveva
140
svolgere un ruolo importante nel piano di Dio, per il tempo della
fine. Era emozionante osservarlo. Gli sembrava che da ogni lato la
profezia della Bibbia fosse stata adempiuta.
Alla fine di settembre, Bill chiamò Gordon Lindsay e gli raccontò
della cupa diagnosi dei medici della Clinica Mayo e della visione di
quello strano scoiattolo e su come il Signore per ora, lo aveva
guarito. Lindsay era entusiasta nell’ascoltare e disse che aveva una
valigia piena d’inviti da tutto il paese che chiedevano a Bill di tenere
delle campagne di guarigione. Bill avvertì il suo manager che era
ancora troppo debole per gestire un piano completo. Poi Lindsay, che
ora era occupato a pubblicare la rivista “La Voce della Guarigione”,
suggerì a Bill di prendere in considerazione l’impiego di Ern Baxter
come suo manager per le campagne. Ern Baxter, non solo aveva
capacità organizzativa, ma era anche un dinamico predicatore e si era
offerto di aiutare in qualsiasi modo che poteva. Dopo aver pregato al
riguardo, Bill concordò lo scambio.
Il reverendo Baxter diede prova d’essere un buon amministratore per
le campagne. Lui e Fred Bosworth, pianificarono di far ritornare Bill
lentamente al suo ministero di liberazione. Proteggere la salute di
Bill dal troppo lavoro era il loro principale interesse. Per primo
analizzarono i loro sbagli passati. Durante le tante campagne di Bill
attraverso il continente, spesso i locali pastori ospitanti decidevano
loro, quando ogni servizio di guarigione per fede doveva terminare.
Questi uomini non comprendevano quanto il dono di discernimento
assorbiva seriamente le energie di Bill. Loro lasciavano che le linee
di preghiera si prolungassero ora dopo ora, sera dopo sera, pensando
che, finché Bill poteva stare in piedi e pregare per gli ammalati, per
lui era tutto a posto. Ciò si rivelò un misero criterio, perché Bill
sentiva così tanta compassione per le persone ammalate che si
sarebbe sforzato, finché le sue forze l’avrebbero lasciato, cercando di
141
pregare per tutti quelli che venivano avanti. Quando l’unzione era su
di lui, il suo corpo diveniva progressivamente insensibile e la mente
gli si offuscava. Alla fine si ritrovava senza forze. Dopo ogni
servizio di preghiera, Bill era così malconcio da non sapere se stava
camminando, se andava carponi o se veniva portato fuori.
Baxter e Bosworth convennero che d’ora in poi, la decisione di porre
fine ad ogni servizio doveva essere presa dagli uomini che si
prendevano cura personalmente di Bill, uomini che lo avrebbero
guardato da vicino, e chiusa la linea di preghiera quando avrebbero
notato segni di stanchezza. Questo semplice cambiamento operativo
avrebbe dovuto dare un buon esito per la protezione di Bill da
qualsiasi futuro crollo.
Come ulteriore precauzione, i manager gli suggerirono di limitare il
numero delle persone che potevano entrare ogni sera nella linea di
preghiera. Bill potè vedere la saggezza di questo criterio. La
domanda successiva era il modo in cui le persone dovevano essere
selezionate per la linea di preghiera. Dopo aver discusso le varie
possibilità, decisero di utilizzare ancora i biglietti di preghiera.
All’inizio del ministero nazionale, Bill aveva definito un sistema per
limitare le dimensioni delle linee di preghiera. Biglietti numerati
erano distribuiti prima d’ogni servizio e a nessuno era permesso di
entrare nella linea di preghiera senza una di queste carte. Questo
metodo aveva funzionato, anche se di solito Bill distribuiva troppe
carte, per il suo bene, – dando fuori spesso da 150 a 200 carte per
sera. Ci furono anche molte sere, nelle quali aveva ignorato
completamente il sistema della carta di preghiera, dicendo al
pubblico: “Questa sera, cercherò di pregare per ogni persona
ammalata dentro l’edificio”. In seguito, la linea di preghiera si
sarebbe protratta fino all’infinito e Bill avrebbe pregato per la gente
142
fino al punto che la sua forza lo avrebbe lasciato, intorno all’una o
due del mattino. Ora questo doveva cambiare.
Il sistema delle carte di preghiera doveva essere reintegrato e
osservato rigorosamente. Il numero di persone ammesso nella linea
di preghiera ogni sera, doveva essere attentamente controllato. Non
doveva mai più permettere alla sua solidarietà di prevalere sul buon
senso. Lui doveva avere la sua salute prima di poter aiutare gli altri a
riguadagnare la loro.
Fred Bosworth ed Ern Baxter aiutarono Bill a elaborare i dettagli.
Una o due ore prima che il servizio iniziasse, qualcuno passando
attraverso l’auditorium doveva distribuire le carte numerate ad ogni
persona che voleva entrare nella linea di preghiera. Quando arrivava
il momento di pregare per gli ammalati, Bill avrebbe dovuto
scegliere un numero a caso (per esempio), “Stasera cominciamo con
il biglietto B - 75; cercheremo di chiamarne il più possibile, ma
cominciamo con 15 persone – dal 75 al 90. Così nessuno dovrà stare
in piedi troppo a lungo, mentre io sto pregando per gli ammalati. Chi
ha il numero del biglietto di preghiera B - 75? Alzi la mano così che
gli uscieri possano vederlo. Eccolo. Ora chi ha il numero di preghiera
B - 76”...?
Mentre Bill chiamava i numeri, gli uscieri allineavano le persone ad
un lato dell’auditorio alla sua destra. (Bill faceva venire sempre la
linea di preghiera alla sua destra, perché l’angelo del Signore stava
sul suo lato destro). La gente nella linea di preghiera attendeva in
piedi nella sala, mentre la persona per la quale si doveva pregare,
saliva i gradini per incontrare l’evangelista da sola. In questo modo i
manager di Bill potevano controllare le sue forze e chiudere il
servizio non appena capivano che aveva pregato abbastanza.
143
Dal 29 al 31 ottobre 1948, William Branham provò le sue forze
tenendo una campagna di guarigione per fede di tre sere in Fresno,
California. Poi il primo Novembre andò a Seattle, Washington dove
si unì a Fred Bosworth in una campagna che andava avanti già da
due settimane. Dopo altre sei sere di preghiere per gli ammalati, Bill
si sentì esaurito. Comprendendo che non era ancora pronto per
ritornare a lavorare, rientrò a casa per riposare ancora.
Provò di nuovo nel gennaio del 1949, tenendo una campagna di
cinque giorni in Hot Springs, Arkansas. Qui sostenne meglio lo
stress, ma non si sentì ancora pronto d’andare a tempo pieno. Un
mese più tardi predicò in una campagna di sette giorni a Miami,
Florida. Questa volta lui sentì come se avesse ritrovato se stesso, così
disse ad Ern Baxter di compilare il suo programma per il resto
dell’anno.
L’11 marzo del 1949 dopo un’assenza di dieci mesi da una
continuativa predicazione, Bill riprese il lavoro evangelico a tempo
pieno, con una campagna di quattro giorni in Zion, Illinois. Per i
seguenti quattro mesi lui condusse campagne in Missouri, Indiana,
Texas, Michigan, Washington, Columbia britannica, e Nord Dakota.
Nonostante l’abbondanza di ministri di liberazione ora sulla scena, il
fascino di William Branham non aveva perso niente del suo potere
attrattivo durante la sua assenza. Le persone parteciparono alle sue
riunioni a migliaia. I miracoli abbondarono.
In luglio, cominciò un giro di due mesi che lo avrebbe portato
attraverso il Canada centrale. Fu in questo viaggio che il corso della
storia cristiana cambiò per sempre. Il 24 luglio 1949, Bill era a
Regina, Saskatchewan, predicando ad una folla di 10.000 persone.
Aveva appena chiamato la linea di preghiera. Mentre gli uscieri
unirono 15 persone in ordine numerico, Bill parlò al pubblico:
“Quando ero a Miami, Florida un anno fa, il Signore Gesù mi diede
144
la visione di un ragazzo che risuscitava dai morti. Il ragazzo era tra
gli otto e i dieci anni, aveva i capelli castani e gli occhi marrone. Era
stranamente vestito come se fosse in un paese straniero. Non è
ancora accaduto, ma è il «così dice il Signore», deve accadere una
volta o l'altra. Scrivetelo sul foglio bianco della vostra Bibbia.
Quando avverrà, farò in modo che il fratello Gordon Lindsay stampi
un racconto dettagliato nella rivista: “La Voce della Guarigione”,
così tutti lo saprete.
Sembra che la linea di preghiera sia pronta. Ora siate tutti riverenti.
Mantenete le vostre menti in Gesù e credete. Queste sono persone
ammalate. Per alcune di loro, questa è la loro ultima speranza.
Anch’io devo essere riverente. L'angelo mi ha dato questo segno
nella mano e mi ha detto: “Se tu sarai sincero e puoi arrivare a farti
credere dalle persone, niente potrà opporsi alla tua preghiera,
nemmeno il cancro”. Si è avverato ovunque sono stato. Molti di voi
l'avete visto da voi stessi. Quello stesso angelo mi disse: "Se resterai
umile e sincero, avverrà che tu sarai in grado di dire per visione i
segreti dei cuori e le cose sbagliate che hanno fatto nella loro vita e
cosi via”. Giratosi verso il fratello Donny, Bill disse: “Benissimo,
puoi portare su il primo paziente”.
L’aria di luglio circolava come se provenisse da una stufa per
riscaldamento. Il sudore gocciolava dalla fronte di Bill bagnando il
colletto della camicia. Si asciugava la fronte con un fazzoletto.
Sentiva la gola riarsa e secca. Mentre la prima persona della linea di
preghiera avanzava, Bill si allontanò dal microfono per bere un
bicchiere d’acqua.
Il reverendo Baxter disse: “Dio ti benedica, fratello Branham”.
“Grazie, fratello Baxter”. Bill ritornò al microfono. Una donna di
mezza età lo attendeva sul podio: “Piacere. Signora”.
145
“Piacere”, rispose nervosamente. Comprendendo la sua ansia, Bill le
disse: “La presenza che lei sente non l’infastidirà. È l’angelo del
Signore. Vedo come una luce sospesa in aria tra lei e me. Anch’io la
sento. Un vero sacro sentimento” ...
Mentre Bill parlava, accadde qualcosa di fantastico. In un attimo,
guardando la donna di mezza età, istantaneamente questa donna si
allontanò come se lei stesse volando via da lui alla velocità del
suono. Sembrava essere sempre più giovane, mentre diventava più
piccola. Quando la sua trasformazione raggiunse l’età di 12 anni,
smise di cambiare. Ora Bill la vide sovrapposta in un’altra scena,
molto diversa dalla piattaforma dove lei era. Sembrava essere seduta
davanti ad un banco. C’erano altri banchi attorno a lei e una lavagna
su una parete. Sembrava una classe di scuola. La ragazza si mosse e,
anche se la scena era visualizzata in miniatura, Bill poteva vedere
chiaramente le sue azioni.
“Qualcosa sta accadendo”, disse Bill al pubblico, il microfono
amplificava le sue parole. “L’anziana donna mi ha lasciato e vedo
una bambina di circa 12 anni, seduta in un’aula scolastica. Si sta
ferendo con la matita – no, è una penna. Oh! Vedo la matita colpire il
suo occhio"... Ora Bill sentì un urlo lontano. L'aula scolastica svanì.
Bill scosse la testa e si strofinò gli occhi, confuso. C'era la stessa
donna di mezza età, ancora in piedi di fronte a lui sulla piattaforma.
Non era andata da nessuna parte dopo tutto. Quindi, dov'era stato?
Che cosa aveva visto?
La donna di fronte a lui gridò nuovamente. Teneva le mani sulla
bocca e tremava. “Fratello Branham, ero io! È accaduto anni fa,
quando ero a scuola. La penna mi ha colpito e ora sono cieca nel mio
occhio destro”.
146
Bill scosse la testa di nuovo. “Non mi è mai accaduto nulla di simile
prima. Solo un minuto… ecco, di nuovo. Vedo una ragazza di 16
anni, che indossa un abito a scacchi. I suoi capelli sono avvolti in due
lunghe trecce, con in cima un gran nastro. La vedo correre veloce
quanto può andare e sembra terrorizzata. Aspettate... c’è un cane che
la rincorre – un grande cane giallastro. Sto vedendola correre su di
un portico. Ora la porta si apre e una vecchia signora fa entrare la
ragazza al suo interno”.
La donna di mezza età strillò nuovamente. “Fratello Branham, questo
è successo a me, quando ero alla scuola superiore. Non pensavo a
questo da anni”!
La pelle della faccia di Bill s’intorpidì; le labbra e la lingua
s’ingrossarono più del normale. “Qualcosa è successo qui, amici. Io
non so cosa sta succedendo. Sorella, dammi la mano”. Prese il suo
polso, alla ricerca di un indizio. “Bene, non sento nessuna vibrazione
in esso”.
Egli stava a guardare verso il basso le vene sul dorso della sua mano,
quando ancora una volta il mondo cambiò e si trovò a guardare
un’altra scena. Vedeva una donna uscire da un fienile rosso e
zoppicando andava verso una casa bianca. Bill disse: “Vedo una
signora camminare molto lentamente ... sorella, è lei! Posso vederti
salire gli scalini di una casa bianca. C’è qualcosa che non va con la
tua schiena. Vedo che non riesci a salire quegli scalini. Adesso ti
vedo inchinata su un’aiuola alla tua destra e piangere. Solo un
minuto ... “Bill smise di parlare alla platea in modo da poter ascoltare
la donna nella visione”. Ti ho sentito dire: «Se solamente potessi
arrivare alla riunione del fratello Branham, sarebbe tutto finito»”.
Senza un altro suono, gli occhi della donna rotolarono indietro nella
sua testa e svenne. Fortunatamente c’era un usciere abbastanza
147
vicino a lei che l’afferrò e la lasciò andare a terra dolcemente.
Quando rinvenne, un minuto più tardi, non solo poteva torcere la
schiena in qualsiasi direzione, ma poteva vedere perfettamente anche
dal suo occhio destro!
La tensione aumentò, nel momento in cui la folla cercava di capire
cos’era avvenuto. Bill si sentiva disorientato come tutti gli altri. “Beh
– ah, qualcosa è accaduto, gente, e non so” –
Ern Baxter afferrato il microfono disse con eccitazione: “Fratello
Branham, questo è proprio ciò che lei ci disse che sarebbe avvenuto.
È il secondo segno del quale l’angelo ha parlato”.
Un esuberante scoppio di lode si elevò dalla folla. Le persone si
alzavano in piedi, battevano le mani, gridavano, adoravano il Signore
Gesù Cristo, che stava visitando il suo popolo con queste meraviglie.
Nell’emozione e nella confusione, un giovane con le stampelle salì
sulla piattaforma senza una carta di preghiera e zoppicando andò
verso l’evangelista. Due uscieri, comprendendo ciò che l’uomo stava
cercando di fare, lo presero per riportarlo indietro.
Udito il rumore di quelle stampelle, Bill guardò e vide la confusione.
“È necessario che torni indietro e ti procuri una carta di preghiera,
mio caro ragazzo”, disse gentilmente.
Il giovane implorò: “Dimmi che cosa devo fare, fratello Branham;
Tutto quello che voglio è che tu mi dica cosa devo fare”.
“Beh, figliuolo, non so cosa dire ... Solo un minuto. Uscieri, non
prendetelo ancora”. È accaduto di nuovo. Il giovane uomo zoppo
sparì davanti agli occhi di Bill, andando indietro ... indietro ... Bill
non poteva più vedere l’auditorium; invece vide un autobus con la
148
scritta “Regina Beach”, esposto visibilmente sul parabrezza
anteriore. La porta dell’autobus si aprì e scese questo giovane uomo
con le stampelle. “Tu hai lasciato Regina Beach questa mattina,
vero”? Disse Bill. “Sei venuto qua con l’autobus. Vedo un uomo e
una donna che ti dice che non puoi andare. Oh, sono tuo padre e tua
madre”.
“È vero”. Gridò il giovane. Io vedo un altro uomo che ti presta il
denaro sufficiente per il viaggio. Egli sembra qualcosa come tuo
padre, ma non proprio”... “ È mio zio”.
“Ora ti vedo in una stanza che guardi fuori da un balcone”. Questa è
la casa di mia zia. Abito con lei”. La sua eccitazione era palpabile.
“Fratello Branham, che cosa devo fare”?
“Credi con tutto il tuo cuore”? “Con tutto il mio cuore credo che
Gesù Cristo è qui”.
“Allora butta le stampelle e stai in piedi”, Bill comandò, puntando il
dito direttamente a lui, “Gesù Cristo ti ha guarito”.
Buttò giù entrambe le stampelle, che fecero rumore sulla piattaforma
di legno. Liberandosi dalla morsa dell’usciere, il giovane uomo fece
un cauto passo, poi un secondo passo più audace, poi un terzo e un
quarto. Con crescente fiducia riprese il suo ritmo, le mani sollevate
in aria, ringraziando Gesù Cristo ad ogni passo.
Mentre la folla eccitata ribolliva in lodi, Bill ricordò ciò che il
Signore disse a Mosè: “Avverrà, che, se non ti crederanno e non
daranno ascolto alla testimonianza del primo segno, crederanno a
quella del secondo segno”.