06 nov 2015

Capitolo 41 L’associazione con Bosworth 1948

Verso la metà di Gennaio del 1948, William Branham ricevette una
telefonata da David Walker, il predicatore adolescente che aveva
incontrato a Long Beach, California, 10 mesi prima.
“Salve, Fratello Branham, io sto chiamando da Miami, Florida. Ho
appena incominciato due settimane di riunioni di risveglio qui, ma
non procede bene. “Oh, cosa c’è che non và”?
“Io ho una tenda che terrà approssimativamente 2.500 persone, ma
finora sta venendo ogni sera solo una manciata di persone. È
imbarazzante”.
“Ciò è strano”. Sapendo come abilmente questo ragazzo poteva
predicare, Bill fu sorpreso che le riunioni del piccolo David fossero
così poco frequentate. “Hai un’idea di che cos’è che tiene la gente
lontana”? “Penso che sia la gelosia e il sospetto fra i leader della
chiesa di quaggiù. Appena loro sentirono che stavo venendo, ogni
chiesa in città ha avuto improvvisamente il loro proprio «ragazzo
predicatore». È difficile da credere, ma ogni giorno ci sono due
pagine complete nei giornali di Miami che reclamizzano tutti i
revival con la partecipazione di «ragazzi predicatori». Loro sono
spaventati dal pensiero che se qualcuno della loro gente viene a
sentirmi, è probabile che li perdano".
“Quella è una vergogna”, disse Bill. Lui sapeva di come la minima
gelosia poteva affliggere i Leader della chiesa. “È brutto che i
Cristiani non possano stringersi insieme più vicini nell’amore di
Cristo”.
113
“Certamente”. Il piccolo David fece una pausa, poi venne al motivo
della sua chiamata: “Fratello Branham, puoi venire a Miami a darmi
una mano”? Bill si ricordò di una sera di marzo in Long Beach
quando questo ragazzo evangelista gli aveva fatto un favore. “Sicuro,
verrò”.
Preso il primo treno per il sud, Bill si sistemò per un lungo
viaggio. Mentre passava attraverso il Tennessee, sentì l’angelo del
Signore che si avvicinava. I peli del collo di Bill gli prudevano dalla
paura. Nonostante avesse incontrato quest’angelo molte volte nei 21
mesi passati, Bill non si era ancora abituato alla sua presenza
soprannaturale. Il terrore si placò nel momento in cui entrò in una
visione. Il chiasso dei passeggeri diminuì ed il rumore delle ruote del
treno si affievolì. Presto la carrozza passeggeri scomparve
completamente...
Bill si trovò in un paese collinoso, verde, con alti cedri e cosparso di
pietre che si sovrapponevano l’una all’altra in lunghe lastre. La sua
attenzione fu attratta da un giovane ragazzo, tra gli otto e dieci anni
che giaceva curvo ed immobile sul lato di una strada. Il ragazzo
sembrava morto. Bill gli si avvicinò abbastanza da vederne i
particolari – aveva il naso piatto, occhi marroni, e capelli castani
spettinati e maltagliati, come se fossero stati tagliati da mani non
esperte. Era malvestito, in una foggia straniera, calzettoni fino al
ginocchio e calzoni alla zuava, con i grandi bottoni d’ottone fin sulla
cintura. Ci doveva essere stato un incidente perché la faccia del
ragazzo era graffiata e sfigurata ed i suoi vestiti erano lacerati. Una
scarpa era ancora allacciata al suo piede, ma l’altra mancava. Bill
non poteva vedere in lui alcun segno di vita.
Mentre Bill, stava chiedendosi cosa significasse tutto questo,
l’angelo del Signore si spostò accanto a lui sulla sua destra, e gli
chiese: “Può vivere il ragazzo”?
114
Bill rispose: “Non lo so, signore”.
Ora l’angelo gli si mise davanti mostrando a Bill come doveva
inginocchiarsi davanti a quella forma esanime e come doveva
imporre le mani sopra il ragazzo, quando avrebbe pregato per lui. In
un momento i polmoni del ragazzo si riempirono d’aria e si sedette.
A questo punto la visione finì.
Improvvisamente Bill si ritrovò sul suo sedile, su quel treno che
avanzava attraverso il Tennessee.
Subito dopo che Bill arrivò a Miami, il piccolo David lesse con lui il
giornale del mattino. Un annuncio pubblicitario era racchiuso in un
angolo, in cima ad una pagina, che annunciava l’arrivo del reverendo
William Branham il quale avrebbe tenuto cinque servizi di
guarigione in città. Il resto della pagina era zeppo di più grandi e
vistose pubblicità di altri servizi di guarigione di chiese locali.
Il piccolo David sospirò. “Apparvero il giorno dopo che misi il primo
avviso del suo arrivo. Appena lo lessero, tutte le denominazioni in
città improvvisamente trovarono qualcuno per predicare la
guarigione divina nelle loro chiese”.
“Voglio che loro sappiano che non siamo qui per cominciare un
nuovo gruppo, ” commentò Bill. “Siamo qui solamente per aiutarli a
promuovere la causa di Cristo”.
Malgrado i tentativi delle chiese locali di indebolire il suo appello, il
nome William Branham aveva sviluppato una sua attrazione. Quando
Bill arrivò per la sua prima riunione, trovò la tenda mezza piena di
spettatori curiosi. Bill salutò le persone. Poi, prima di prendere il suo
soggetto sulla guarigione, descrisse la visione che aveva avuto
durante il viaggio attraverso il Tennessee. Bill esortò la folla:
“Scrivetelo sulla pagina bianca della vostra Bibbia; poi vedrete –
115
quel ragazzo risorgerà dai morti per la potenza di Gesù Cristo. Io non
so dove o quando avverrà, ma accadrà perché è il così dice il
Signore. Dopo che avverrà, noi lo metteremo in questo periodico
nuovo che il fratello Lindsay pubblicherà”.
Gordon Lindsay, ancora eccitato dal potenziale ed esclusivo
ministero di Bill, aveva già prestato le sue abilità manageriali alla
causa. Lindsay suggerì a Bill che avrebbe potuto usare un assistente a
tempo pieno per preparare le riunioni e badare ai molti dettagli di una
campagna, permettendo a Bill di concentrarsi nel pregare per gli
ammalati. Il successo di Bill nel Nordovest del Pacifico, organizzato
da Lindsay, provò il valore di quest’idea. Comunque, Lindsay non
volle il lavoro per lui, almeno non a tempo pieno. Egli aveva un'altra
ambizione.
Lindsay stava per editare un periodico che sarebbe stato l'organo
ufficiale delle campagne Branham, articoli su riunioni passate e
pubblicazione di eventi imminenti, così come le testimonianze scritte
da quelli che erano stati guariti. Lindsay progettò di chiamare questo
periodico "La Voce della Guarigione”. Appena Bill aveva accettato
quest'idea, Lindsay aveva cominciato a lavorare per la pubblicazione.
La prima emissione mensile di: "La Voce della Guarigione”, era
pronta per uscire approssimativamente in due mesi.
La prima notte a Miami, cento persone passarono attraverso la linea
di preghiera. La fede si elevò, quando il pubblico vide Bill rivelare le
malattie attraverso il dono nella sua mano. Più casi furono guariti e
dei miracoli notevoli ebbero luogo, incluso due giovani ragazzi nati
ciechi che ricevettero la loro vista. Un resoconto di questi due
miracoli, circolò sul giornale del mattino. Ciò accese l’interesse di
una stazione radio locale ed entrambi i ragazzi furono invitati nello
studio per un’intervista in diretta. Con zelo imperturbato, questi due
ragazzi testimoniarono sul potere di guarigione di Gesù Cristo. Ciò
116
innescò al pubblico interesse – qualcuno per curiosità, alcuni per
eccitamento, ed altri per scetticismo.
Un ascoltatore della radio in particolare aveva una spruzzatina di
tutte tre le emozioni. Il reverendo Fred Bosworth conosceva
direttamente il potere di guarigione di Cristo, dopo aver predicato sul
soggetto molte volte nei 40 anni passati. Negli anni '20 Bosworth
tenne grandi riunioni di risveglio in dozzine di città americane,
costringendo i peccatori a pentirsi ed esortando i Cristiani a credere
in Dio, per la guarigione delle loro malattie. Il suo stile energico e la
presentazione ordinata, si dimostrarono così riuscite che nel 1924
dopo una riunione in Ottawa, Canada, circa 12,000 persone
cercarono la salvezza nella misericordia di Gesù. Poi la Grande
depressione abbreviò il suo ministero evange1istico. Come le entrate
nel 1930 diminuirono, divenne sempre più difficile finanziare queste
grandi campagne di risveglio. Ritiratosi dal campo, Fred Bosworth
divenne un pioniere dell'evangelismo via radio, fondando il
programma radiofonico: "National Radio Revival Missionary
Crusade". Lui scrisse anche due libri: Cristo il Guaritore e
Confessione cristiana. Più tardi, andò in pensione e si trasferì in
Florida.
Fred Bosworth era stato lontano dal ministero attivo per alcuni anni.
Lui pensò che ora tutto quello che avrebbe voluto nella vita, era una
successione di giorni inattivi, liberi da preoccupazioni. Quando sentì
questi due ragazzi dare le loro testimonianze alla radio, ciò risvegliò
il suo interesse. Nati ciechi? Ed ora possono vedere? Durante il corso
degli anni Fred Bosworth aveva visto molti miracoli – muti parlare,
sordi sentire, storpi camminare, cancri scomparire. Infatti, lui aveva
ricevuto circa 200.000 testimonianze scritte da persone che erano
state guarite sotto il suo ministero. Ma non aveva mai visto o sentito
di persone nate cieche ricevere la loro vista. Chi era quest’uomo,
117
William Branham? Era un imbroglione? O era lo Spirito di Dio che
si muoveva in un modo che lui non aveva mai visto prima? Bosworth
si sentì curioso – e, lui doveva ammettere, un po' eccitato. Forse
avrebbe dovuto verificarlo.
Fred Bosworth non era il solo ad avere il desiderio di investigare. Per
il resto di quella settimana, molte più persone vennero alle riunioni di
Bill di quante potevano stare nella tenda. Molti se n’erano tornati a
casa, ma migliaia rimasero fuori della tenda, sperando di avere
un’opportunità di entrare nella linea di preghiera. Con così tante
persone che aspettavano una preghiera, Bill decise di non usare il
dono di discernimento nella sua mano. Procedeva troppo lentamente.
Invece, lui fece una “Linea veloce”, così che posava solo le sue mani
su di loro e faceva una rapida preghiera, mentre loro passavano.
Nell’ultima sera di questo risveglio in Miami, prima che il servizio
cominciasse, David si recò da Bill e disse: “C’è un padre là dietro
che provoca confusione. Suo figlio affogò questa mattina in una
fossa per l’irrigazione. Il padre è stato tutta la settimana alle riunioni
e lui ti sentì parlare della visione su di un piccolo ragazzo che è
risorto dai morti. Ora lui si chiede se quella visione riguardi suo
figlio. Lui ha visto abbastanza miracoli questa settimana per credere
che possa accadere e lui non lascia che l’impresario di pompe funebri
tocchi il suo ragazzo finché lei non gli dà un’occhiata”.
“Sarò felice di andare a vederlo, disse Bill. Facendosi strada per
andare dov’era il padre addolorato, gli bastò solo uno sguardo per
sapere. Bill disse al padre: “Sono spiacente, ma questo non è lui. Il
ragazzo che ho visto nella visione aveva i capelli scarmigliati e
castani e aveva approssimativamente otto o dieci anni. Il suo ha i
capelli neri tagliati e ordinati e non può avere più di cinque anni. Suo
figlio è anche vestito bene. Il ragazzo nella visione era vestito
davvero poveramente. Inoltre, suo figlio è affogato. Il ragazzo che io
118
ho visto nella visione era tutto ammaccato come se lui avesse avuto
un incidente. Io sono spiacente, signore, ma tutto quello che posso
fare è di pregare per la consolazione della famiglia”.
L’ultima sera a Miami, c’era una così gran quantità di persone che
desideravano un contatto con Dio che Bill formò due linee di
preghiera, così che lui e David, potevano pregare per le persone allo
stesso tempo – lui su un lato della linea e il piccolo David sull’altra
fila. Tra la massa di centinaia che si spingevano verso di lui, Bill
vide nella fila una giovane misera ragazza, aiutata da un’anziana
donna. La ragazza avanzava a stento con un pesante apparecchio
ortopedico allacciato alle gambe che gli arrivava fino alla vita.
Aspettò un momento che lei passasse per prenderle la mano, Bill
sentì le vibrazioni demoniache della polio. Lui altresì percepì che
questa ragazza non aveva ancora abbastanza fede per essere guarita.
Tirando da parte la ragazza, Bill disse: “Tesoro, sta dietro di me e
prega che Dio aumenti la tua fede”. La ragazza storpia fece come gli
chiese di fare, tenendosi dietro per la giacca Bill, lei chinò la testa e
pregò. Bill rivolse di nuovo la sua attenzione alla linea di preghiera.
Dopo un po’ sentì che la fede della ragazza cominciava ad aumentare
come un battito cardiaco -bum-bum, bum-bum, bum-bum. Lui si
voltò e disse "Ora, tesoro, nel Nome di Gesù Cristo io sgrido questo
demone che ti ha legato. Satana, esci da lei". Guardando la donna
anziana accanto alla ragazza, Bill ordinò: "Aiuti la ragazza a togliere
quell'apparecchio".
La donna sembrò inorridire. “Ma, fratello Branham, lei non
può stare in piedi da sola”!
“Signora, non dubiti. Faccia quello che le è stato detto di
fare”.
119
La donna ingoiò sodo, evidentemente preoccupata. Ma
slacciò comunque l’apparecchio. Subito un grido acuto forò il
frastuono della folla. Bill si girò per vedere questa ragazza che prima
era storpia e che ora teneva sopra la sua testa la protesi ortopedica
camminando avanti e indietro con grazia a grandi passi attraverso la
piattaforma, come qualsiasi ragazza che cammina.
Quell’era un miracolo che nessuno nella tenda poteva perdere. La
fede salì alle stelle e come loro passavano, toccavano
impazientemente Bill. Bill pregò per tanti quanti poteva, il più veloce
che poteva. Dopo alcuni minuti lui sentì un’altra specifica ondata di
fede. Tenne la testa girata finché non notò la fonte. Giratosi verso il
microfono, Bill disse: “Signore – lei, là in fondo, nella quarta fila dal
corridoio, l’uomo con la camicia bianca. Io posso sentire la sua fede
chiaramente sin qui. Si alzi. Gesù Cristo l’ha guarito”. L’uomo si
alzò in piedi, elevando le sue braccia sopra la testa allo stesso tempo.
Ma appena le sue mani giunsero alla loro massima altezza, di colpo
le tirò giù e fissò un braccio con sorpresa. Poi gridò. Ciò fece alzare
la donna seduta accanto a lui. Guardando al braccio dell’uomo, anche
lei dimostrò la sua sorpresa, alzando le braccia e gridando
emozionata.
Bill rivolse di nuovo la sua attenzione alla linea di preghiera. Fred
Bosworth si alzò dal suo posto e si fece strada per raggiungere la
parte posteriore della tenda. Quando l’uomo che era appena stato
guarito finalmente si era acquietato, Bosworth chiese: “Signore, io
sono un ministro del Vangelo e stavo chiedendomi se potrebbe dirmi
ciò che è successo”?
L’uomo tirò fuori la sua mano “Guardi qua”!
“Sembra una mano normale per me”, disse Bosworth.
120
“È normale! Questo è il miracolo. Alcuni anni fa caddi da
cavallo atterrando su questa mano che rimase storpiata sin da allora
ed inutile – fino ad ora”! Lui mosse energicamente le dita per
illustrare come funzionavano bene.
Bosworth chiese, “Perché non è entrato nella linea di
preghiera come gli altri”?
Io venni qua stasera per criticare. Più guardavo, più credevo che Dio
potesse compiere miracoli. Quando vidi la ragazza togliere il suo
apparecchio ortopedico, riconobbi che Dio poteva guarire anche la
mia mano avvizzita”.
Bosworth, muovendosi a fatica ritornò davanti, attirando l’attenzione
di Bill disse: “Reverendo Branham, io sono un ministro del Vangelo
e voglio farle una domanda: Come ha saputo che l’uomo là in fondo
aveva abbastanza fede per essere guarito”?
“All'improvviso mi sentii più debole”, spiegò Bill. “Riconobbi che la
fede di qualcuno stava crescendo molto sul dono, così cominciai a
guardare in giro. Sembrò come se tutta la mia attenzione fosse
focalizzata da quell’uomo”.
Fred Bosworth batté le sue mani con stupore. “Ciò è precisamente
quello che accadde a Gesù, quando la donna col problema di sangue
toccò la Sua veste. Egli disse che sentì una virtù uscire fuori da Lui.
La virtù è una forza. Posso dire qualche cosa alla gente”? “Si
accomodi”.
Avanzando verso il microfono, Bosworth fece partecipe la folla del
miracolo, aggiungendo: “Ciò prova che Gesù Cristo è lo stesso ieri,
oggi e per sempre. Il dono che era in Gesù Cristo, sarebbe come
questo intero Oceano Atlantico qui fuori che batte contro la spiaggia;
il dono che è nel nostro fratello sarebbe come una cucchiaiata di
acqua presa dall’oceano. Ma la stessa chimica e minerali che sono
nell’oceano sono anche in questa cucchiaiata”.
La sera dopo, Fred Bosworth e Bill cenarono insieme all’albergo.
Bosworth raccontò a Bill riguardo ad alcuni miracoli che lui aveva
visto durante i suoi 40 anni di ministero. “Ancora, in tutti i miei
anni”, rimarcò, “Io non ho mai visto qualcosa come nella riunione
della scorsa sera".
Quindi Bill raccontò a quest’anziano ministro come aveva incontrato
l’angelo del Signore nel 1946 e gli aveva commissionato di portare
un dono di guarigione Divina alle persone del mondo. Lui spiegò il
segno nella mano, come poteva discernere molte malattie attraverso
le vibrazioni causate dalla vita demoniaca della malattia che
procurava il gonfiore della mano e produceva un certo modello di
brufoli bianchi sul dorso di essa.
All’istante Fred Bosworth dimenticò il suo pensionamento. “Fratello
Branham, avrebbe bisogno della mia esperienza? Amerei viaggiare
con lei ed aiutarla ovunque posso”. “Fratello Bosworth, sarebbe un
onore avere la sua compagnia. Io sto pregando per trovare un
manager”.
Lasciato l’albergo, andarono a passeggiare lungo la spiaggia,
parlando del secondo arrivo di Cristo. Il sole stava tramontando
dietro agli alberghi di fronte alla spiaggia. Onde schiumose
lambivano i piedi dei due uomini. Bill notò uno slancio nei passi di
Fred Bosworth, così diverso dai suoi passi trascinati. Bill si sentiva
esausto, anche se aveva dormito bene quel giorno. Sembrava come se
lui potesse appena alzare i piedi fuori dalla sabbia. Chiese: “Fratello
Bosworth, quanti anni ha”? “Settantuno”.
122
“Quando eri al tuo meglio”? “Adesso, Fratello Branham. Sono solo
un bambino che vive in una vecchia casa”.
Bill invidiò tale vigore. Ora lui aveva 38 anni ed era quasi
morto dalla fatica. Cosa stava trascinandolo giù, così in basso?
A marzo Bill doveva essere di nuovo a Phoenix, questa volta, per una
campagna di guarigione che sarebbe durata tutta la settimana. Il
giorno che arrivò in città, Bill menzionò della sua fatica cronica al
pastore che aveva programmato queste riunioni.
“Fratello Branham”, disse il pastore, “Il suo guaio è che lei è troppo
sincero. Dopo che lei prega per i figli di Dio, deve solo dimenticarli.
Dopo tutto, sono affari di Dio se le persone accettano la loro
guarigione o no”.
"Non lo sapevo d'essere troppo sincero riguardo al lavoro per Dio",
considerò Bill. "Io pensavo che più sincero ero, meglio Dio poteva
usarmi".
"Bene, se lei tiene questo ritmo", avvertì il pastore, "Avrà un
esaurimento nervoso".
Bill andò nel deserto per pregare. “Padre Celeste, come mai sono
divento così debole? Gli altri ministri non hanno questo problema. Il
fratello Bosworth mi disse che lui aveva tenuto un ritmo come il mio
per anni e non ha mai avuto fastidi. Forse lui ha più Spirito Santo di
me. Se questo è il mio problema, allora per favore, Signore, dammi
di più dello Spirito Santo così che posso tenermi più in forze”. Fece
una pausa, mentre fissava le miglia di deserto pieno di cactus fichi
d’india, di palo verdi, ed alberi di mesquite. Sul fondo deserto piatto
sporgevano all’improvviso montagne accidentate. Mentre ascoltava,
a Bill sembrò di sentire Dio non udibilmente, ma nel suo pensiero,
“Quegli uomini dipendono dalla loro propria fede e predicano dalla
123
loro parola. La tua forza viene svuotata tramite un dono
soprannaturale”.
Improvvisamente certe Scritture balzarono alla sua comprensione.
Lui ricordò di come il profeta Daniele vide una visione e fu agitato
fisicamente per molti giorni. Bill ricordò anche il commento di Fred
Bosworth sulla donna che fu guarita, quando toccò l’orlo
dell’indumento di Gesù. Egli disse che sentì una virtù uscire da Lui.
Quel pomeriggio Bill andò nel deserto in automobile, camminava
ancora con passo malfermo sull’orlo del collasso, ma almeno ora
sapeva il perché.
Durante la sua seconda notte a Phoenix, come la linea di preghiera si
avvicinava alla fine, Bill prese la mano di una donna molto robusta.
All’inizio lui non poteva interpretare le vibrazioni che sentiva. “Lei
ha un cancro o un problema femminile; entrambi i battiti sono quasi
simili. Solo un minuto... è un problema di donna. E’ esatto? È
pressoché un cancro. La vita non è stata un letto fiorito per lei. No,
Lei ha avuto molto da affaticarsi. Ma questa sera, Gesù Cristo può
togliere i suoi pesi se lei lo crederà”.
Il successivo che venne nella linea era un uomo ben vestito, di mezza
età. Bill prese la mano dell’uomo. “Signore, io non sento vibrazioni.
Qualunque sia il suo problema, non è causato da un germe”.
L’uomo pianse. “Fratello Branham, io ho fatto la parte di un ipocrita
entrando nella linea di preghiera, io non sono ammalato, ma era
l’unico modo che conoscevo per arrivare a lei. Ho sentito che è un
uomo povero, voglio darle una piccola offerta”. Lui estrasse un
assegno.
Bill spinse via dolcemente l'assegno. "Io non ricevo offerte".
"Guardi, io voglio solo mostrare la mia gratitudine al Signore. La
124
notte scorsa portai mia moglie nella linea di preghiera in una sedia a
rotelle. Dopo che lei pregò, camminò per la prima volta dopo 16
anni".
“Ma io non la guarii mai”, insisté Bill. “Gesù Cristo la guarì”. “Bene,
io sono un petroliere del Texas, ed ho fatto quest’assegno di 25.000 $
al suo nome”...
Prendendo l’assegno dalle dita dell’uomo, Bill lo lacerò in due, mise
i pezzi uno sopra l’altro, e li lacerò di nuovo in due. Poi gli diede di
nuovo i pezzi. “Signore, io non voglio i suoi soldi ciò che io voglio è
che la sua fede sia fondata fermamente in Gesù Cristo”. L’ultima
persona per la quale Bill pregò quella sera, fu una donna che
zoppicava con difficoltà. Suo marito la sosteneva, mentre lei saliva
con fatica dove Bill la stava aspettando. Prendendo la mano della
donna, Bill disse: “Non sento nessuna vibrazione nemmeno in lei”.
"Io ho l'artrite ", disse la donna.
“Bene, questo lo spiega”, disse Bill. “Le vibrazioni provengono da
germi. Io non posso sentire la sua disgrazia perché l’artrite è causata
da un acido.
Tuttavia, Gesù Cristo può liberarla se crederà che Lui lo può fare. Il
dono che Lui mi ha dato non guarisce; il dono è per innalzare la fede
delle persone. Gesù Cristo è l'unico guaritore".
Come Bill pregò per questa donna con l’artrite, i suoi occhi
divennero fissi e i suoi muscoli si rilassarono, come se lei
precipitasse in una trance. Mentre il pastore che ospitava Bill venne
al microfono per congedare la riunione, questa donna rimase lì
stordita, i suoi occhi fissavano Bill, mentre lui barcollando lasciava il
pulpito uscendo da una porta laterale.
125
Alcuni giorni più tardi, il marito di questa donna cercava il modo di
trovare la porta della camera dell’albergo di Bill. Bill lo invitò ad
entrare.
“Fratello Branham, noi non ci siamo mai conosciuti, ma lei incontrò
mia moglie nella linea di preghiera all’inizio di questa settimana. Lei
aveva l’artrite ed era l’ultima persona per la quale pregò quella
notte”.
“Sì, la ricordo. Come sta”? “Dall’artrite sembra stia
migliorando, ma, c’è qualcosa d’altro che non va. Lei parla come se
delirasse”. “Che cosa intende”?
“Dopo che pregò per lei, rimase in trance finché noi
tornammo a casa. Il giorno seguente lei mi ha chiesto, Chi era
quell’altro uomo che venne giù con il fratello Branham, quando lui
pregò per me? Ed io dissi: non c’era un altro uomo. Lei disse: Oh, sì,
c’era. Lui era un grande uomo con pelle scura e capelli neri lunghi
fin sulle spalle. Fratello Branham, di cosa parla? Lei era solo sulla
piattaforma.
Bill comprese che lei aveva visto l’angelo del Signore, ma non volle
dirlo proprio ora. “Signore, lei o sua moglie siete mai stati nelle mie
riunioni prima o avete sentito raccontare la mia storia”?
“No, noi non abbiamo mai sentito di lei fino a questa settimana”.
“Comprendo. Mi dica di più circa questo «altro uomo» che sua
moglie vide sulla piattaforma con me. Cosa faceva"?
L’ospite di Bill era irrequieto come se temesse che la sua storia
potesse sembrare incredibile. “Mia moglie sostiene di aver visto
quest’uomo guardare in giù verso di lei, mentre stava pregando per
lei. Quando finì, quest’uomo guardò mia moglie e disse: «Sei venuta
cercando guarigione. Non temere – la preghiera del fratello Branham
126
sarà esaudita e sarai guarita». Poi quest'uomo guardò di nuovo lei e
disse a mia moglie, «il fratello Branham sembra magro e fragile? Ma
lui sarà di nuovo forte». Poi quando lei andò via, guardò quest'uomo
uscire diritto dalla porta laterale con lei. Fratello Branham, c'ero
anch'io là. So che lei e mia moglie eravate gli unici là. Cosa
facciamo"?
Sobriamente Bill spiegò: “Quello è l’angelo del Signore che appare a
me. Io sono contento che lei sia venuto a dirmelo. Sono così stanco
ed esausto; è buono sapere che ritornerà tutto a posto tra poco”.