05 nov 2015

Capitolo 68 Inizia il suo ministero dottrinale 1955

DAL MOMENTO in cui l’angelo incontrò William Branham nel 1946, la sua vita cambiò per sempre. L’oscurità del suo ministero provinciale era sparita; improvvisamente il mondo gli fece un segno d’intesa, poi lo implorò per avere la sua presenza. In un primo momento, le sue campagne di guarigione per fede lo portarono negli stati del Sud Est, ma ben presto si trovò a viaggiare in tutti gli stati del Nord America e infine in Europa, Africa e India, predicando il Vangelo a milioni di persone. Dopo sette anni di evangelizzazione intercontinentale stimò che 500.000 persone avevano accettato Gesù Cristo come loro Salvatore a motivo della sua predicazione e non c’era modo di stimare quanti milioni avessero ricevuto la guarigione in seguito alle sue preghiere.
Nonostante questi straordinari risultati, verso la fine del 1954 si sentiva stranamente malcontento. Aveva sperato che il suo dono di discernimento soprannaturale abbattesse le barriere confessionali, per radunare i cristiani insieme per un impegno più profondo per Cristo. Solo un po’ disturbato, l’ampio fiume di mediocrità cristiana scorreva in costante discesa.
Dopo lunghe riflessioni e preghiere, William Branham finalmente comprese che il suo approccio era stato troppo prudente. Poiché le sue campagne di guarigione per fede attiravano folle di varie confessioni, aveva sempre predicato semplici sermoni, sperando di ridurre al minimo le critiche e portare al massimo l’accettazione. Stava maggiormente su tre temi: la salvezza, la fede e la guarigione nel nome di Gesù. Benché questi soggetti siano classificati in cima alla lista delle dottrine essenziali cristiane, tuttavia rappresentano solo l’inizio della ricca vita in Gesù Cristo.
Dio ha destinato i suoi figli a conoscere e ad essere molto di più. L’apostolo Paolo sgridò i cristiani i quali erano rimasti bambini, di bere solo latte e rifiutare la carne della Parola di Dio. Paolo scrisse: “Perciò, lasciando l’insegnamento elementare intorno a Cristo, tendiamo a quello perfetto”, Bill sentì che il suo ministero avrebbe potuto aiutare la chiesa cristiana ad andare verso la perfezione. Per fare questo, egli sapeva che avrebbe dovuto predicare la carne della Parola di Dio durante le sue campagne, anche se ciò voleva dire scandalizzare alcune persone.
Sapendo che Dio lo stava chiamando per insegnare più dottrina, egli si gettò nella campagna del 1955 con rinnovato zelo. Nel mese di gennaio predicò tredici volte in undici giorni, presso la Chiesa Filadelfia a Chicago, Illinois, Il pastore Matteson-Boze gli diede libertà di parlare su qualsiasi argomento volesse. Bill utilizzò questa libertà per predicare alcuni sermoni dottrinali – tra i quali: “I sette nomi composti di Geova”, “Inizio e fine della Dispensazione Gentile” e “Il fondamento principale per credere”.
Il Martedì sera raccontò il lato spirituale della storia della sua vita. Spiegò come, da giovane, fu confuso quando dei ministri cristiani gli dissero che le sue visioni venivano dal diavolo. Bill descrisse quando nel 1946, egli si rifugiò in una grotta nel bosco e chiese a Dio delle risposte. A volte nel buio oltre la mezzanotte, una luce gli appariva nella sua caverna. Dal mezzo di quella luce appariva un uomo. Egli era alto più di 1,80 metri e pesava almeno 90 chilogrammi. La sua veste bianca era in netto contrasto con i capelli scuri attorno al suo viso senza barba.
Parlando a questo pubblico comodamente seduto in una chiesa calda di Chicago, Bill cercò di trasmettere il terrore che sentiva in quel momento. “Sinceramente, amici, ho pensato che il mio cuore venisse meno. Potete immaginarvelo! Mettetevi lì. Sarebbe così allo stesso modo anche per voi. Dopo centinaia e centinaia di visite, egli mi paralizza ancora quando si avvicina. Qualche volta quasi svengo. Se sto troppo a lungo a pregare per i malati, perdo i sensi completamente. “Ero seduto là guardandolo. Aveva una voce profonda e disse: ‘Non temere. Sono inviato dalla presenza di Dio Onnipotente’. Quando parlò, riconobbi che era la stessa voce che mi aveva parlato, da quando avevo tre anni. Sapevo che era lui. Egli disse: ‘Non temere. Sono stato mandato dalla presenza di Dio, per dirti che la tua peculiare nascita – come sapete cosa avvenne alla mia nascita, in quella baracca di legno, lassù nel Kentucky nel 1909. La stessa luce era sopra di me quando nacqui) – e la tua vita incompresa sta per indicare che tu andrai in tutto il mondo a pregare per i malati. Indipendentemente da ciò che hanno, se
12
farai in modo che la gente ti creda e sarai sincero quando preghi, nulla potrà opporsi alle tue preghiere, nemmeno il cancro”.
“Io dissi: “Signore, io sono povero e vivo tra persone povere. Sono ignorante. Essi non mi ascolteranno”.
“Egli disse: ‘Come al profeta Mosè sono stati dati due segni per rivendicare il suo ministero, così anche a te saranno dati due doni per rivendicare il tuo ministero. ‘Un dono sarà un segno nella tua mano – quando pregherai per un malato, terrai la mano destra della persona con la tua mano sinistra. Poi stai semplicemente tranquillo. I demoni che causano le malattie avranno un effetto fisico sul tuo corpo che ti permetterà di identificarli. Poi prega. Se il gonfiore lascia la tua mano sinistra, allora la malattia è andata via dalla persona. Puoi dichiararla guarita. Se non la lascia, chiedi una benedizione e vai via”.
“Io dissi: signore, ho paura che non mi riceveranno”.
“Egli rispose: “Se non ascolteranno il primo segno, allora avverrà che conoscerai i segreti dei loro cuori. A questo presteranno attenzione”.
“Io dissi: signore, questo è il motivo per cui sono qui stasera. Mi è stato detto dai pastori che tali visioni che vengano a me sono sbagliate”.
“Egli disse: ‘Tu sei nato in questo mondo per questo scopo”. Quando Bill finì la sua testimonianza, un’invisibile presenza si dispose accanto a lui, sovrastando le sue emozioni con un sacro timore in modo così tangibile che gli fece accapponare la pelle. Sapeva che l’angelo del Signore era accanto a lui. Poi sentì l’angelo che lo lasciava avanzando verso la platea. Ora poteva vederlo chiaramente, una palla di fuoco color ambra, splendente come un flash che non svanisce. Bill guardò attentamente il suo movimento, sapendo che le sue visioni erano in qualche modo collegate a quella luce. L’angelo si fermò sopra una donna di colore. Bill sentì la sua fede spingere sul suo dono. C’è una signora di colore seduta là con le mani alzate. Si alzi così posso vederla. Io sono solo un uomo ma Gesù Cristo è il Figlio di Dio, Egli ha mandato il Suo Spirito per rivendicare queste cose. Se Dio mi dirà che cosa c’è di male con voi (e voi sapete che io non posso saperlo) lo crederete con tutto il vostro cuore”?
La donna rispose: “Sì!”
“Dio vi benedica. La vostra pressione alta vi ha lasciato.
Ciò è quello che avevate. Non è vero? Allora sedetevi. Vi sentite differentemente vero, signora? Si, proprio così”.
“La signora seduta accanto, soffre di artrite e di un male femminile. Non è vero, signora? Si alzi un minuto – la donna con il vestito rosso. Era così vicina all’angelo che adesso la visione è venuta su di voi. Voi avete l’artrite, problemi femminili, e qualcos’altro ... È preoccupata per suo marito. E un alcolizzato. Egli non vuole venire in chiesa. Se è giusto, alzi la mano”.
Lei con la mano, lo confermò.
“Dio vi benedica, signora. Vada a casa e riceva la sua benedizione. E’ guarita. Ho visto la luce intorno a voi”.
L’angelo fluttuò verso la parte posteriore della chiesa. Bill continuò a parlare alla folla mentre aspettava di vedere dove la luce si sarebbe fermata. “Abbiate fede in Dio”. Che cosa ne pensate voi là in fondo? Credete? Siate riverenti”.
“C’è una donna che porta una sciarpa seduta là all’angolo. Vedo la luce sospesa sopra di lei. Ha problemi cardiaci. Suo marito è seduto accanto a lei. Ha lo stomaco sottosopra. Non è vero, signore? Alzi le mani se è vero”.
Nell’ultima fila dell’edificio un uomo alzò la mano.
“Egregio signore con la mano alzata, vedo in visione che avete l’abitudine di fumare. Smettetela! Fumate sigari. Non dovreste farlo. Vi farà ammalare. Non è vero? Se lo è, fate cenno con la mano così. Questo è ciò che vi sconvolge. Fa male ai vostri nervi. Butti quelle cose sgradevoli e non fumi più, e starà bene – e anche i problemi cardiaci di vostra moglie se ne andranno. Lo credete, vero? Non riesco a vedere da qui, e voi lo sapete, ma avete i sigari nella vostra tasca anteriore. Proprio così. Getti quella cosa e metta la mano su sua moglie; dica a Dio che ha finito con questo tipo di cose e andrete a casa guariti. Sia benedetto il nome del Signore Gesù”!
Il pubblico rimbombò d’entusiasmo. Bill poteva sentire la loro fede crescere, attirando il suo dono da ogni angolo. Egli teneva il suo sguardo fisso sulla colonna di fuoco che si muoveva sopra le teste delle persone. “Abbiate fede in Dio”, disse. “Non posso fare questo da me stesso, è solo la Sua
13
grazia sovrana. Credete? Io posso solo dire queste cose nel momento in cui Lui le mostra. Vi rendete conto che non si tratta del vostro fratello che fa questo? La vostra fede opera sul dono Divino. Siete nella Sua presenza. Solo un minuto”…
Egli guardava la luce ondeggiare verso di lui. Si fermò sopra un uomo anziano. “In quell’angolo là vedo un uomo di colore seduto, un anziano con gli occhiali. Alzatevi un minuto, signore. Lei crede che io sia un servo di Dio? Sta pensando a qualcun altro, non è vero? Se è giusto, faccia cenno con la mano”.
Mentre l’uomo agitava la mano, Bill disse al pubblico: “Vedo che la luce è sospesa sopra di lui. Non è ancora arrivata la visione. Se l’Onnipotente Dio mi dirà qual è il problema di questo uomo, riceverete la vostra guarigione? C’è un uomo in piedi a 15 metri da me. Non l’ho mai visto prima nella mia vita. Se l’Onnipotente Dio mi rivelerà cosa c’è di male nell’uomo, ognuno di voi dovrebbe uscire da qui guarito. Cosa può fare Dio di più”?
“Signore, non vi è nulla di preoccupante in voi. Siete debole ed avete un piccolo problema alla prostata, Ma questo non è il vostro problema. Il vostro problema è vostro figlio, che è in un istituto per malati mentali per il fatto che ha una doppia personalità. Non è vero? Se è vero, faccia segno con la mano. Proprio così”.
“Ora, quanti credono che Gesù Cristo il Figlio di Dio è qui? Alzatevi e lodateLo e ricevete la vostra guarigione”.
L’altoparlante amplificava la preghiera di Bill al di sopra del rumore della folla. “Dio Onnipotente, Autore della Vita, donatore di ogni buon dono, Tu sei qui, lo stesso Signore Gesù Cristo, lo stesso ieri oggi ed in eterno. Satana, tu hai imbrogliato questa gente abbastanza a lungo, ti scongiuro per l’Iddio vivente – la cui presenza è qui in forma di Colonna di Fuoco – io ti scongiuro nel nome di Gesù Cristo di lasciare queste persone e di uscire da loro”.
“Ora, ognuno di voi alzi la mano, lodi Dio e riceva la propria guarigione”!
Molti la ricevettero, ma non tutti.
DOPO la sua campagna di gennaio in Chicago, William Branham si spostò a sud ovest verso Phoenix, Arizona. Billy Paul Branham, Jack Moore e Young Brown andarono con lui. Billy aveva in programma dodici sere allo Shriner Temple in Phoenix, Arizona, incominciando da domenica 20 febbraio 1955.
Il sabato prima del meeting, Bill andò in auto nel deserto fuori Phoenix, cercando un luogo per pregare. Qualcosa lo stava ancora tormentando. Egli era spesso criticato perché non pregava personalmente per un numero sufficiente di persone durante le sue campagne, nel corso degli anni aveva ricevuto centinaia di lettere di reclamo. “Mentre tu preghi per cinque persone, Oral Roberts ne prega per cinquanta”. Ciò era vero, Oral Roberts imponeva le mani alle persone e pregava per loro mentre passavano davanti a lui. Bill, invece, faceva allineare le persone, poi le chiamava avanti una ad una così poteva discernere per visione la necessità di ognuno, il suo metodo non solo lo impegnava più a lungo ma le visioni stesse mettevano alla prova il suo corpo duramente, limitando il numero di persone per le quali poteva pregare personalmente ogni sera. Una visione lo stancava più che se egli avesse passato un’ora scavando una fossa con pala e piccone. Dopo quindici visioni di fila, egli si sentiva così stanco che poteva a malapena stare in piedi. Se avesse tentato di continuare oltre questo punto, avrebbe rischiato un collasso da esaurimento. Suo figlio Billy Paul e il suo attuale direttore, Jack Moore, lo osservavano attentamente per assicurarsi che non esagerasse.
Sebbene Billy spiegasse costantemente questo fenomeno al suo pubblico, molte persone ancora non lo comprendevano e anche i suoi associati avevano difficoltà nel comprenderlo. Gordon Lindsay, una volta chiese:
“Perché non discerni solo una o due persone, poi fai un passo indietro e preghi per il resto della fila come facciamo noi”? Per qualche motivo il suo dono di discernimento non funzionava in questo modo. Quando l’angelo era accanto a lui nel corso di una linea di preghiera, le visioni arrivavano. Non poteva controllarle. Molte volte sentiva che le persone effettivamente traevano il discernimento da lui con la loro fede.
In questo particolare sabato, nel deserto fuori Phoenix, Billy s’inginocchiò all’ombra d’un masso chiedendo a Dio di aiutarlo a pregare personalmente per un maggior numero di persone in ogni riunione. Il sole salì più in alto, scottando la sabbia rossa e provocando ondate di calore che offuscavano le
14
montagne lontane. Tutto quello che poteva muoversi cercò riparo in qualsiasi ombra disponibile. Le piante dovevano sopportare. Qui il deserto era ricoperto di maestosi saguaros, cespugliosi cholla, ocotillo, e molte altre varietà di cactus.
Dopo un po’ Billy sentì l’angelo del Signore avvicinarsi. Improvvisamente il deserto sparì. Bill si ritrovò in piedi su una piattaforma in un auditorium, di fronte a una linea di persone in attesa per la preghiera. Dietro di lui notò un piccolo uomo calvo e un altro uomo alto e magro, che non conosceva. Una donna di bassa statura che indossava una giacca marrone con una gonna dello stesso colore che camminava verso di lui. Tra le sue braccia portava un bambino avvolto in una coperta. Si fermò a pochi passi davanti a lui, abbastanza vicino da vedere la sua carnagione pallida, i suoi occhi scuri e i capelli neri. Abbassando lo sguardo vide nelle sue braccia un neonato dalla pelle esangue, che sembrava vicino alla morte. Dopo che Billy pregò, Dio guarì il bambino. Poi l’angelo si mostrò e disse: “Quando ciò avverrà il tuo ministero cambierà”.
Ogni sera, a Phoenix, attese che questa visione si adempisse. Non accadde nel corso di tale campagna, ma avvenne qualcos’altro di sorprendente. Il Mercoledì sera, 23 febbraio 1955, Billy era a metà del suo sermone quando improvvisamente vide una visione. (Raramente vedeva visioni mentre predicava; di solito venivano sotto l’unzione durante il servizio di preghiera.) Continuò a predicare mentre osservava svolgersi questa visione, incorporandola direttamente nella sua predica. Davanti a lui apparve il giardino di Eden in tutta la sua bellezza. Egli vide Adamo mettere il suo braccio intorno a Eva e lasciare il giardino accanto a lei. La visione chiarì che Adamo non fu costretto ad andarsene, in quanto non era stato ingannato come Eva. Egli lasciò il giardino volontariamente perché amava Eva e volle andare in esilio con lei. Sia Adamo che Eva erano rivestiti con pelle di agnello, prefigurando un giorno quando un Redentore avrebbe coperto le colpe di ogni cristiano. Queste pelli d’agnello erano d’agnello ucciso recentemente. Perché un filo di sangue scendeva verso il basso sulle gambe di Adamo. Bill poteva anche sentire la pelle d’agnello sbattere contro le cosce di Adamo mentre camminava.
Poi la scena cambiò.
Ora Bill poteva vedere il secondo Adamo (Gesù Cristo, l’Agnello di Dio), con le spalle curve che camminava faticosamente su per la collina del Golgota portando la Sua croce. Il sangue colava dal dorso della Sua veste gocciolando giù per le gambe. La visione rese chiaro che Gesù stava andando alla morte di Sua propria volontà, perché Egli amava la Sua Chiesa, Sua Sposa.
Bill predicò: “Adamo era innocente. Eva era colpevole. Ma Adamo l’amava così tanto che uscì comunque con Eva. Questo è un tipo di Cristo e della Chiesa. Cristo guardò la Chiesa e vide che era nell’errore, ma venne comunque con noi a prendere il nostro posto lassù come peccatore, a morire per noi per togliere il pungiglione della morte per noi. Peccatori, come potete rifiutare un tale incomparabile amore”?
Dopo che la riunione terminò, Bill e suoi consociati rimasero fino all’una parlando di questa visione. Giovedì sera lo ricordò all’uditorio. Sentì che questa visione confermava la sua decisione d’insegnare più dottrina.
Durante la riunione del venerdì sera disse: “Questa sera, quante persone hanno il biglietto di preghiera? Permettetemi di vedere le vostre mani. Beh, questo è un bene, un bel numero. Ora, ho intenzione di pregare per tutti coloro che hanno un biglietto di preghiera. Non posso quindi portare tutti nella linea. Come potete vedere, la mia forza si esaurisce rapidamente dopo un paio di visioni, così non posso arrivare a tutti loro in quel modo. Ma le mie riunioni non sono basate sul mio contatto personale con ogni persona. Esse si basano sull’esaltazione del Signore Gesù Cristo e la Sua risurrezione mediante la predicazione e la dimostrazione della Parola di Dio”. Con l’ascoltare la Parola predicata, la gente dovrebbe credere che il Signore Gesù è in mezzo a noi nella Sua potenza di resurrezione e sta facendo le stesse cose che fece quando era qui sulla terra, come una rivendicazione della Sua eterna onnipotenza. Egli è qui con noi e lo sarà per sempre. Credenti cristiani, non saremo mai senza il Signore. Ci siamo associati con Lui per l’eternità. Non è meraviglioso? Gesù ha detto, sarò sempre con voi ... Le mie riunioni si basano sul principio che il credente dovrebbe solo guardare e vivere”*.
___________________________________________________________________________
* Qui si riferisce in Numeri 21:4-9. Quando una piaga di serpenti velenosi attaccarono gli Israeliti, Mosè rizzò un serpente di rame sul palo. “Dio disse: avverrà che chiunque sarà morso e lo guarderà, scamperà”.
________________________________________________________________________
15
Anche se questa campagna doveva finire il mercoledì, 2 marzo 1955, non vi erano più riunioni previste a Phoenix fino Sabato sera 26 febbraio. Sabato Bill guidò per 160 chilometri a est in modo di avere un servizio di preghiera per gli Apache alla riserva indiana di San Carlos. L’ultima volta che aveva predicato a San Carlos fu nel 1947, due anni prima che apparisse il suo secondo segno. Prima d’allora poteva discernere le malattie dal segno nella sua mano. Quando il meeting del 1947 iniziò, gli indiani furono riluttanti a farsi avanti per la preghiera, pensando che probabilmente egli era un ingannatore. In una comunità ristretta come gli Apache, dove tutti conoscevano tutti, dopo aver visto un estraneo diagnosticare con precisione i primi pazienti i loro sospetti svanirono e con impazienza formarono una linea che tenne Bill impegnato a pregare per mezza nottata. I miracoli scorrevano liberamente come l’acqua che scorre giù dalle bianche montagne in primavera.
Ora nel 1955 gli indiani Apache erano desiderosi di avere un altro servizio di guarigione nella loro riserva. Non appena Bill arrivò, una donna uscì da una baracca di carta catramata, si inginocchiò nel parcheggio, chinò il capo e pregò continuamente per tutto l’intero servizio.
Young Brown e Jack Moore accompagnarono Bill in questa escursione ma Billy Paul rimase a Phoenix. Poiché di solito Billy Paul distribuiva le carte di preghiera prima di ogni riunione, Bill non aveva riflettuto su questo particolare finché arrivò a San Carlos.
Poi realizzò di non aver nessuna carta di preghiera per tenere l’ordine nella fila. Fortunatamente, questi Apache rimasero in ordine nella fila di preghiera senza tale accorgimento. Bill progettò di pregare per tutte le persone che avrebbe potuto, poi quando le sue forze sarebbero venute a mancare, i suoi associati avrebbero continuato a pregare finché avessero raggiunto tutti quanti nella linea.
Dall’inizio della fila venne avanti una mamma con un neonato nelle sue braccia.
La madre indossava il tradizionale abito Apache, con la gonna lunga fino alle caviglie con le fibre intessute a onde (pastel woven). Bill parlò con lei un minuto per discernere il suo spirito. Era preoccupata per il suo bambino. La sua prima visione della sera gli mostrò come un glaucoma aveva accecato gli occhi di questo bambino. Una semplice preghiera all’Onnipotente Dio cambiò il corso della natura. Appena Bill mosse il dito davanti al volto del bambino, quei piccoli occhietti si concentrarono per seguire il movimento.
Quel primo miracolo innescò una reazione a catena di fede che rapidamente si sparse tra tutta la tribù. Subito persone sorde sentivano, storpi camminavano e molte altre malattie si arresero alla potenza di Gesù Cristo. Come Bill arrivò alla fine delle sue forze, un missionario di nome Mitchell portò una piccola bambina Apache. Bill s’inginocchiò e gli fece una domanda, ma lei non rispose.
Il reverendo Mitchell disse: “Fratello Branham lei non parla inglese. È cieca”.
Bill ondeggiò la mano di fronte alla sua faccia. Lei non indietreggiò. Bill pregò per lei. Poi ondeggiò la mano di fronte alla sua faccia nuovamente. I suoi giovani occhi fissavano un nero futuro, indifferenti.
Guardando a questa bella principessa indiana, lo invase una grande tristezza. All’improvviso vide una strana visione. Si vide prendere la mano a questa ragazza, volare attraverso i cieli con lei e insieme entrare nella sala del trono di Dio. La c’era il sangue di Gesù sul trono. Quel sangue poteva guarire questa ragazza se solo avesse potuto crederlo, ma lei non aveva abbastanza fede. Poi arrivò la parte più strana. Dio accettò la forte fede di Bill nel sangue di Gesù al posto della più piccola fede della ragazza. Immediatamente egli si trovò di nuovo alla riserva indiana, inginocchiato accanto a quella piccola principessa indiana. Disse: “Fratello Mitchell, è accaduto qualcosa. Sembrava come se salissi attraverso il cielo con questa bambina nella mia mano”… Egli ondeggiò il braccio verso il cielo mentre parlava. A questo improvviso movimento la bambina portò di scatto le mani alla bocca, sorpresa. Poteva vedere!
Il reverendo Mitchell portò immediatamente la bimba dal dottore della riserva il quale l’esaminò e confermò il miracolo. Nel frattempo arrivò la prossima persona della fila, era un uomo parimenti cieco.
Quando la visione arrivò, egli vide che quest’uomo era il padre della ragazza che era appena stata guarita. Quella sera la Grazia di Dio diede anche a lui la vista.
Ormai Bill era così stanco che sentiva le labbra intorpidite e le gambe che gli sembravano di gomma. Jack Moore voleva che smettesse, ma lui lo assicurò che avrebbe sostenuto ancora una visione. Una giovane Apache corse avanti, portando un paio di calze in una mano e una cravatta nell’altra. Porse
16
questi oggetti a Bill, il quale li prese pensando che semplicemente lei volesse che li guardasse mentre pregava per lei. Lei aveva qualcos’altro in mente che la visione prontamente gli rivelò. Bill disse: “Queste calze appartengono ad una tua parente che ha una malattia al piede e desideri che guarisca quando le indosserà. La cravatta è per suo marito che è un incredulo. Tu vuoi che riceva lo Spirito Santo quando la metterà”. La donna disse che ciò era esattamente quello che voleva. Bill disse: “Se puoi crederlo, nel Nome di Gesù Cristo puoi avere ciò che hai chiesto”.
Più tardi quella sera, mentre stavano tornando a Phoenix in macchina, Young Brown e Jack Moore parlavano eccitati della riunione Apache. Young Brown era stupito per quanti Indiani, Bill avesse pregato prima di perdere tutte le sue forze – circa 30 persone, il doppio del solito. Brown si chiedeva come Bill avesse potuto sopportare lo sforzo di quelle visioni così a lungo.
Bill si stava chiedendo la stessa cosa. Egli sapeva che erano le stesse persone che operavano sul suo dono. Il discernimento non poteva guarire; poteva solo aumentare la fede mostrando alle persone che Gesù Cristo era presente, che Egli voleva ed era in grado di guarirle. All’inizio l’angelo gli aveva detto: “Se tu sarai sincero e puoi arrivare a farti credere dalle persone, niente potrà opporsi alla tua preghiera, nemmeno il cancro”.
Ciò che ogni persona ha ricevuto dal suo ministero dipendeva dalla fede di quella persona. Forse questi Apache semplicemente avevano più fede della maggior parte degli altri Americani i quali a turno limitavano le sue forze. Egli vide la stessa cosa tra i nativi del Sud Africa e in India. Sembrava che la cultura occidentale enfatizzasse sull’istruzione e la ragione intellettuale, spesso ostacolando invece di aiutare le persone a credere alla Parola di Dio.
Mentre Jack Moore e Young Brown discutevano sul meeting. Bill pensava alla donna che volle che pregasse sulla cravatta e i calzini. Qualcosa a riguardo di questi calzini e alla cravatta agitava la sua mente. Quando si alzò il mattino seguente, quei calzini rimbalzavano ancora dentro e fuori dai suoi pensieri. Alla fine, lo Spirito Santo disse: “Prendi il libro delle tue visioni”. Aperto il suo notes sfogliò le note delle sue visioni, finché trovò all’ultima voce: Il 3 dicembre 1954, a Binghamton, New York, alle sette del mattino, Dio gli aveva mostrato una visione del meeting alla riserva Apache della sera scorsa dall’inizio alla fine, inclusa la donna che teneva la cravatta e i calzini.
La domenica in chiesa, (il 27 febbraio 1955) Bill disse: “La più santificata riunione che io abbia mai avuto sul suolo americano è avvenuta la sera scorsa alla riserva indiana. Sono solito predicare a 15.000 o 18.000 persone. Ieri sera ce ne erano solo 500 circa, ma mai prima in America, ho visto lo Spirito di Dio muoversi così liberamente”.
Prima d’iniziare il suo sermone, volle chiarire un malinteso. All’inizio della settimana aveva detto che Adamo era innocente ed Eva era colpevole. Evidentemente alcune persone (compresi i ministri) avevano chiamato Jack Moore per chiedere se il fratello Branham ritenesse che Adamo non avesse peccato nel giardino di Eden. Ora Bill cercava di spiegare ciò che intendeva. “Alcuni di voi hanno pensato che io dissi che Adamo non aveva peccato. Adamo ha peccato, ed è stato condannato proprio come Eva. La pelle d’agnello come un vestito redentore su di lui lo dimostrava. Ma Eva sbagliò, pensando che stava facendo bene. E’ stata ingannata. Adamo non è stato ingannato. Egli peccò ad occhi aperti, sapendo esattamente cosa stava facendo. Egli prese deliberatamente la sua posizione con sua moglie perché egli l’amava. E Gesù, al corrente di ciò che Egli stava facendo, prese il Suo posto con il peccatore, la Chiesa, in modo che Egli potesse riscattarla di nuovo a Se stesso. Vedete? Adamo era un tipo. Attraverso il primo Adamo, tutti sono morti; attraverso il secondo Adamo, tutti vivono. Perché Adamo amava Eva, egli prese di sua volontà il suo peccato ed è stato condannato. Perché Cristo ha amato la sua Chiesa; Egli ha preso di Sua volontà i nostri peccati ed è stato condannato, morì, ed è stato mandato all’inferno. Proprio così. Dio non Lo avrebbe inviato puro all’inferno. Egli fu condannato. Morì come peccatore. Cristo non peccò mai, ma ha preso i nostri peccati su di Sé e il terzo giorno Dio l’ha risuscitato, vincendo la morte e offrendo vita eterna a tutti coloro che credono in Lui”.
Bill sperò che questa spiegazione avesse chiarito le sue precedenti dichiarazioni. Non era la prima volta che qualcuno non lo avesse capito correttamente. Comprese che più insegnava “Il nocciolo” della dottrina, tanto più tali malintesi accadevano. Ciò non lo scoraggiava o lo dissuadeva dal suo nuovo scopo. La sua visione del primo Adamo e del secondo Adamo provavano la sua convinzione che era stato chiamato ad insegnare come pure ad evangelizzare. Egli volle utilizzare la sua influenza datagli da Dio per radicare le persone saldamente sulla Verità Biblica. Sentiva che, se i cristiani avessero mai potuto cogliere la rivelazione di Gesù Cristo risorto in mezzo a loro, ogni cosa sarebbe cambiata.