06 nov 2015

Capitolo 67 Qualcosa lo inquietava 1954

QUANDO WILLIAM BRANHAM tornò a casa dall’India, trascorse cinque giorni a letto. Tutti
i suoi muscoli gli dolevano. Si sentiva così stanco che poteva a malapena muoversi e ancora aveva
problemi per dormire. Questo era in parte a causa delle undici ore di differenza di tempo tra
Jeffersonville e Bombay che faceva pensare al suo corpo che il giorno fosse notte. Ma la bassa
pressione del sangue e i nervi tesi contribuivano al suo malessere. Peggio di tutto, il suo spirito era
affondato ad un livello più basso della sua pressione sanguigna.
Aveva molto da meditare oltre che alla sua cattiva salute. Ern Baxter aveva rassegnato le sue
dimissioni come manager delle sue campagne, e l’esercito aveva appena chiamato Billy Paul alla leva.
Peggio di tutte queste cose insieme era che aveva la sensazione che c’era qualcosa di sbagliato con il
suo ministero. Non aveva l’effetto che avrebbe dovuto avere. Nel 1946 l’angelo gli aveva detto: “Come
al profeta Mosè furono dati due segni per provare che lui era mandato da Dio, così ti saranno dati due
segni”. Un segno di Mosè dimostrava una miracolosa guarigione, mettendo la sua mano lebbrosa sotto
il mantello e tirandola fuori visibilmente guarita e in condizioni normali. Ma Mosè aveva dovuto
dimostrarlo solo una volta, e dopo gli Israeliti lo seguirono per tutta la strada fino alla terra promessa.
Oggi Dio chiamava le persone ad una terra promessa spirituale, cercando di portarli fuori dalla
loro teologia artificiale verso la comprensione di Gesù Cristo, come il compimento del piano di Dio.
Proprio come gli israeliti raggiunsero la terra promessa tramite una soprannaturale esperienza
camminando attraverso il Mar Rosso su terra asciutta, così oggi le persone possono raggiungere questa
terra promessa spirituale solo tramite un’esperienza soprannaturale, essendo battezzati dallo Spirito
Santo. Gesù si riferiva a questa terra quando disse: Certo, Elia deve venire e ristabilire ogni cosa.
Pietro si riferiva di nuovo in Atti 3, dicendo: affinché vengano dalla presenza del Signore dei tempi di
ristoro e che egli mandi il Cristo che vi è stato predestinato, cioè Gesù, che il cielo deve tenere accolto
fino ai tempi della restaurazione di tutte le cose…
Bill credeva che: “I tempi di restaurazione” fossero questi e sentiva che il suo ministero
avrebbe dovuto guidare la chiesa cristiana nella spirituale terra promessa. Per otto anni aveva
attraversato l'America, l'Europa, l'Africa e l'Asia, provando la presenza di Gesù Cristo e la
dimostrazione della Sua potenza. Delle migliaia e migliaia di visioni che aveva visto, non una volta il
suo discernimento fu sbagliato – non una volta! La perfezione viene solo da Dio. Perché le
denominazioni cristiane non potevano vedere che il segno del Messia era in mezzo a loro? Questo
segno non era stato sulla terra da più di 1900 anni! Esso avrebbe dovuto catturare la loro attenzione
come un'esplosione atomica. Questo segno, insieme ad Israele divenuto nazione, avrebbe dovuto dire
ad ogni credente che la fine era vicina. Avrebbe dovuto causare nei cristiani la disperata ricerca di Dio
per il battesimo dello Spirito Santo. Avrebbe dovuto accendere un ardente zelo per la Parola di Dio.
Avrebbe dovuto far sì che tutti i leader denominazionali gettassero le loro differenze e si riunissero
come un gigantesco esercito per la causa di Cristo. In breve, questo segno del Messia avrebbe dovuto
scuotere la comunità cristiana dalle sue fondamenta e ricostruirla ad immagine di Gesù Cristo, la
Parola.
Perché nessuna di queste cose ebbe luogo? Dopo aver visto per otto anni Gesù Cristo in mezzo
a loro la maggior parte dei cristiani è rimasta tiepida. Erano rimasti seduti rigidi e duri nelle loro
denominazioni, soddisfatti delle loro chiese mondane e dei loro programmi missionari, contenti di
lasciare ai loro leader di dire loro che cosa credere. Dov’era la chiesa gloriosa, senza macchia né ruga
della quale parlava Paolo? Dov’era la chiesa Pronta come una sposa adorna per il suo Sposo, di cui
99
parla Rivelazione? Dov'era l'amore, la disperazione, lo zelo e la fede dei veri credenti?
Lo scoraggiamento circondò Bill come una soffocante nube di polvere. L’angelo gli aveva
detto, “Tu porterai un dono di guarigione Divina ai popoli del mondo”, ma non gli aveva detto come
affrontarlo. Né l’angelo era stato specifico su come dovrebbe utilizzare i due segni che gli erano stati
dati per dimostrare che era stato inviato da Dio. Bill si chiedeva se avesse abusato del suo dono
profetico concentrandosi troppo sulla guarigione Divina. Dopo tutto, Oral Roberts, Tommy Hicks,
Tommy Osborn, e molti altri evangelisti stavano ottenendo risultati accettabili nelle loro campagne di
guarigione per fede, senza dimostrare il discernimento soprannaturale. Forse, se Bill si fosse
concentrato strettamente lungo le linee del dono profetico e utilizzando la sua influenza per stabilire le
persone fermamente nella Parola di Dio, allora forse il suo ministero avrebbe un effetto durevole sulla
comunità cristiana. Nel corso degli ultimi otto anni, Bill aveva predicato per la maggior parte brevi
sermoni, raccontando le storie della Bibbia ed esperienze personali che potevano sollevare la fede del
suo pubblico di modo che potessero credere per la loro guarigione durante il servizio di preghiera. A
motivo che le persone che partecipavano alle sue campagne provenivano da ogni denominazione, Bill
limitò il suo insegnamento ad alcune dottrine di base – come la salvezza, la fede, la guarigione divina –
in modo tale da far torto il meno possibile alle persone. Ora, più pensava, tanto più sentiva che questa
pratica doveva cambiare. Doveva portare le persone più lontano. Doveva insegnare loro la differenza
tra la verità e l’errore, fra la dottrina della Bibbia e le tradizioni umane. Egli comprese che avrebbe
offeso qualcuno, forse avrebbe offeso molte persone. Non poteva farci niente. Se il suo ministero
doveva avere un impatto duraturo sulla chiesa cristiana, allora egli avrebbe dovuto predicare la più
profonda dottrina, indipendentemente da chi si sarebbe offeso. Dio lo aveva benedetto dandogli
un’influenza in tutto il mondo. Egli voleva utilizzare quest’influenza per stabilire fermamente i cristiani
nella Parola di Dio. Quindi non avrebbero bisogno di vedere un miracolo per innalzare la loro fede
come un’aquila al vento dello Spirito di Dio.
Ma prima Bill doveva ristabilirsi. Il costante gravame del suo ministero, in particolare lo sforzo
del discernimento, lo aveva esaurito di nuovo e i suoi nervi erano così tesi da spezzarsi. Bill aveva
bisogno di allontanarsi per un po’ per rinnovare la sua forza. Fortunatamente era ottobre, il mese che
aveva sempre riservato per la caccia. Tra poche settimane sarebbe stato in campeggio in alto, sulle
montagne rocciose del Colorado, lontano dalla pressione delle folle. Là avrebbe potuto bere nella
bellezza dei ruscelli impetuosi, e calmarsi tra le alte vette. Avrebbe avuto libera comunione con il suo
Creatore e stare in pace. Tali esperienze lo ringiovanivano. Durante il resto dell’anno, ogni volta che la
pressione del suo ministero gli sembrava troppo grande, spesso chiudeva gli occhi e immaginava quelle
meravigliose valli delle montagne che aveva visitato, cercando di ritrovare la pace che aveva sentito là.
Ora nella sua miseria, sdraiato tutto il giorno a letto, Bill pensò a quella volta che era andato a
caccia in Canada nel 1952. Si era accampato al nord, nella British Columbia, almeno a 100 miglia dalla
più vicina strada asfaltata. Utilizzando un cavallo, aveva esplorato alte valli incuneate tra aspre
montagne. Un giorno andò sulle tracce di un grande orso grizzly. Non voleva sparargli; voleva solo
avvicinarsi sufficientemente per prendere qualche buona foto. Per tutto il pomeriggio lo inseguì
attraverso il folto sottobosco, rinunciando solo quando il crepuscolo rese impossibile seguire il sentiero.
Fu una lunga cavalcata ritornare indietro al campo. Una luna piena inondava la foresta, dando al suo
cavallo abbastanza luce da vedere i suoi passi. A un certo punto il sentiero attraversava una cresta, giù
verso il basso del lato di una montagna attraverso un luogo dove anni prima un fuoco aveva infuriato,
bruciando tutto, uccidendo gli alberi, ma non li bruciò completamente. Ora gli alberi morti si erigevano
alla luce della luna, come centinaia di lapidi bianche che punteggiavano la montagna. Quando Bill fu a
metà strada di quel bosco bruciato, il vento cominciò a soffiare gemendo tra gli inflessibili rami morti,
come gli spiriti di antichi guerrieri indiani. Quello era il luogo più spettrale che avesse mai visto.
Fermò il cavallo su un poggio. Mentre guardava il lugubre cimitero di alberi morti al chiaro di
luna, pensò su ciò che il profeta Gioele aveva scritto: “L'avanzo lasciato dal bruco l'ha mangiato il
100
grillo; l'avanzo lasciato dal grillo l'ha mangiato la cavalletta; l'avanzo lasciato dalla cavalletta, l'ha
mangiato la locusta”.
Questa spettrale montagna ricordò a Bill molte fredde, formali chiese che aveva visto. Lo
Spirito Santo soffia su di loro come un potente vento impetuoso e loro stanno così rigidi per il rigor
mortis e tutto ciò che possono fare è gemere, "I giorni dei miracoli sono passati. Questo non va bene
con il nostro programma. Non esiste più una tale cosa come la guarigione Divina, o profeti, o visioni, o
il battesimo dello Spirito Santo, o doni dello Spirito".
Bill pensò: “Signore, perché mi hai fermato su questo poggio? C’è qui una lezione che Vuoi
insegnarmi”? Guardando verso il basso notò la crescita di nuovi alberi di pino sporgere attraverso il
sottobosco. Verdi e flessibili, questi giovani germogli ondeggiavano e danzavano nel vento.
Improvvisamente Bill gridò, “Alleluia! Essi agivano come se avessero un risveglio dello Spirito
Santo”. Ecco la sua lezione. Fuori dalle ceneri di quelle vecchie chiese morte, Dio ha promesso un
nuovo raccolto di cristiani che avrebbero creduto alla Sua Parola in tutta la Sua potenza.
Il giorno successivo al campo lesse la profezia di Gioele:
Non temere, o terra del paese, gioisci, rallégrati, perché il SIGNORE ha fatto cose
grandi…gioite, rallegratevi nel SIGNORE, vostro Dio, Vi compenserò delle annate divorate dal grillo,
dalla cavalletta, dalla locusta e dal bruco, il grande esercito che avevo mandato contro di voi.
Mangerete a sazietà e loderete il nome del SIGNORE, vostro Dio, che avrà operato per voi
meraviglie… Dopo questo, avverrà che io spargerò il mio Spirito su ogni persona: i vostri figli e le
vostre figlie profetizzeranno, i vostri vecchi faranno dei sogni, i vostri giovani avranno delle
visioni…Farò prodigi nei cieli e sulla terra: sangue, fuoco, e colonne di fumo. Il sole sarà cambiato in
tenebre, e la luna in sangue, prima che venga il grande e terribile giorno del SIGNORE. Chiunque
invocherà il nome del SIGNORE sarà salvato…
Alla fine di ottobre del 1954, dopo essere stato a caccia per alcune settimane nelle Colorado
Rockies, William Branham ritornò a casa rianimato nel corpo ma ancora turbato nello spirito. Si
sentiva come se ci fosse qualcosa di più che lui dovrebbe fare, ma non sapeva che cosa fosse. Forse era
solo ansioso di iniziare a insegnare più dottrina durante le sue campagne.
La domenica del 24 ottobre 1954, predicando nella sua chiesa in Jeffersonville, Bill disse:
“Molti di voi qui mi avete sentito predicare il Vangelo da quando ero un ragazzo. E non ho variato una
parola del Vangelo con il quale ho iniziato. Insegno ancora la stessa cosa, perché non mi fu stato dato
da nessun seminario, né mi è stato insegnato da un uomo. Mi è stato dato per rivelazione dalla Bibbia.
Proprio così. Pertanto, so che viene da Dio e sono stato con il Vangelo”.
“Molti anni fa ho predicato il battesimo in acqua nel nome di Gesù di Cristo. Ho predicato la
purificazione dell’anima umana nel sangue di Gesù Cristo attraverso la santificazione. Ho predicato il
battesimo dello Spirito Santo come conferma o sigillo per il popolo di Dio nel Regno. Sapete che è
vero. Ho insegnato la guarigione Divina. Ho insegnato la seconda venuta di Cristo. Ho insegnato il
lavaggio dei piedi e la Santa Cena come sacramenti della chiesa. Ho insegnato la santità davanti al
Signore. Ho insegnato tutte queste cose fin dall’inizio”.
“Ho anche insegnato che il parlare in lingue non è la prova del battesimo dello Spirito Santo.
Cantare, gridare, parlare in lingue, questi potrebbero essere presenti, ma non sono l’infallibile evidenza.
C’è solo una Persona che può dire che lo Spirito Santo è lì, ed è Dio stesso. Egli è il giudice. Ho visto
cantare, gridare, e parlare in lingue, ma i loro frutti dimostravano che essi non Lo avevano.
Queste erano alcune delle dottrine che voleva insegnare nel corso delle sue campagne di
guarigione per fede. Mettendo maggiormente accento su tali fondamentali verità, sperava che l’effetto
del suo ministero sarebbe stato più durevole.
L’ultima campagna di guarigione di Bill per il 1954 era prevista per il venerdì sera, 3 dicembre
in Binghamton, New York. Arrivò a Binghamton con un giorno di anticipo e rimase nella sua camera
101
d’albergo. Il venerdì mattina si alzò alle sette. Billy Paul era ancora tranquillo a dormire. Bill scivolò
fuori dal letto e guardò la città dalla finestra. Vide il traffico offuscarsi e poi sparire, come se fosse
attirato in una visione.
Nella visione stava tenendo una riunione all’aria aperta, ma non sapeva dove. La gente che
passava nella linea di preghiera aveva capelli neri e la pelle rossa come gli indiani d’America.
——————————————————————————
Prima che Billy Paul si presentasse alla visita di leva suo padre gli disse: “Non preoccuparti, figliolo, non dovrai andare, perché
Dio ti ha chiamato a lavorare con me”.
Dopo la visita medica, un medico chiese a Paul, “Da quanto tempo avete problemi al cuore”?
Paul rispose: “Non sapevo di avere problemi di cuore”.
Il dottore dell’esercito lo mise in guardia sul fatto che lui aveva problemi di cuore. In base ai loro esami il suo cuore era
abbastanza grave da giustificare un congedo permanente. Billy Paul andò a casa preoccupato perché sarebbe potuto morire da un giorno
all’altro. Quando lo disse al padre, Bill rise e disse: “Ho detto che non dovrai andare militare, perché Dio ti ha chiamato a lavorare con
me. Vai giù in città dal dottor Adair e fatti controllare il cuore”.
Sam Adair gli fece un elettrocardiogramma, poi lo assicurò che il suo cuore era perfettamente sano.
——————————————————————————
Era notte. Le persone stavano gridando e lodando Dio per la loro guarigione. Bill vide una donna
venire nella linea di preghiera tenendo in mano un paio di calzini e nell’altra una cravatta. Bill pensò:
Che strano. Quindi la visione svanì e lui era di nuovo nella sua camera d’albergo in Binghamton.
Tirò fuori il suo notes e scrisse la visione. Diversi anni prima aveva iniziato ad annotare le sue
visioni. Naturalmente egli non aveva bisogno di annotare le visioni che vedeva durante la linea di
preghiera. Sempre più le sue riunioni venivano registrate su nastro magnetico, il che significava che
poteva ricordare queste visioni ascoltando quello che diceva sotto l’unzione. Ma le visioni che vedeva
tra le riunioni, queste le annotava così non le avrebbe dimenticate. Questa in particolare a Binghamton,
dimostrò il motivo per cui era stata una buona idea. Mentre la campagna progrediva e il discernimento
si moltiplicava, la sua visione di venerdì mattina sbiadì dalla sua memoria fino a quando non era quasi
sparita... quasi.
Due settimane più tardi in Jeffersonville, Bill disse alla sua chiesa: “La mia prossima campagna
inizierà il 12 gennaio a Chicago, per prima alla Philadelphian Church, e poi passeremo in una più
ampia sala da qualche parte in città. Dopo di che mi recherò a ovest di Phoenix, come il Signore
guiderà.
“Io sono in disperato bisogno che voi gente preghiate per me – non per la mia salute. Per la
grazia di Dio questa mattina sono in perfetta salute, per quanto ne so. Sono molto felice e grato per
questo. Ma io sono bisognoso della guida spirituale. Continuo a sentirmi come se fossi un fallimento.
Qualcosa continua ad inquietarmi, dicendo: ‘Oh, stai solo cercando un pretesto. Può darsi che sia così,
ma voglio fare il meglio che posso con ciò che ho. Quindi sono molto bramoso della guida dello Spirito
Santo per sapere qual è per me la cosa giusta da fare. Perché dopo essere arrivati ai 45 anni, se mai sarò
a qualche età al meglio per il Signore, a me sembra dovrebbe essere proprio ora, perché a 45 anni tutte
le cose da ragazzi sono passate e sei posato, diventi grigio e maturo. È il momento della vita quando
dovresti davvero essere ancorato e forte, al tuo meglio. Se mai dovessi sapere cosa ho, sembra come
debba saperlo ora. Ed io Gli sono così grato per quello che mi ha mostrato nel Suo Vangelo”.
“Ma in qualche modo non mi sento ancora soddisfatto. Ho un ardente desiderio di avere più di
Dio. Mi sento come se ci fosse qualcosa che dovrei fare e non riesco assolutamente a farlo giusto. Mi
sembra come se ci fosse qualcos’altro là fuori da fare, per me. Sto quasi per toccare qualche cosa, ma
non completamente. Se potessi solo arrivare a quel punto, allora sarebbe ottimo”.
102
L’ultimo giorno del 1954, nel corso del servizio della vigilia dell’anno nuovo nella sua chiesa,
Bill disse: “Questa sera sono grato di sapere che il grande Dio Geova – che una volta ruggì sul monte
Sinai, il Quale una volta stava su un altro monte insegnando le beatitudini, il Quale risuscitò dai morti –
Lui è in mezzo a noi questa sera. Egli è lo stesso ora, come Lo era allora. E pensare che il Dio del cielo
si sia umiliato a scendere e associarSi con povere persone come noi, non per i beni di questo mondo...
Egli mi amò così tanto che venne giù e mi salvò per la Sua grazia; non merito nulla, ma Lui mi ha
salvato, perché, prima della creazione del mondo, mi ha predestinato ad essere salvato – nella Sua
preconoscenza prima che il mondo fosse. E per ogni altro uomo o donna che sono salvati, Egli ha fatto
lo stesso. Oh, che stupenda cosa meravigliosa”.
“Con tutto il mio cuore, il desiderio per quest’anno, (se Dio ascolterà la mia preghiera), voglio
che quest’anno che viene sia il più grande che abbia mai avuto nella mia vita. Ora ho, per grazia di Dio,
vinto circa mezzo milione di anime a Cristo. Spero che da quest’ora, al prossimo anno di farne un
milione tondo, perché (se Dio vuole) vorrei iniziare di nuovo nei paesi stranieri, non appena saremo
finanziariamente in grado di farlo”.
“So che il giorno passa; le ore trascorrono via. Il crepuscolo sta calando amici e voglio fare tutto
ciò che posso, perché questa è l’unica volta che io e voi saremo mortali. Questo è il solo tempo in tutta
l’eternità che avremo il privilegio di vincere qualcuno per Cristo. Facciamo tutto quello che possiamo
fare. Mettiamo ogni ora che noi possiamo per la Sua gloria. Questa è la mia intenzione per l’anno che
viene. Con l’aiuto di Dio e con la vostra preghiera, lo farò”.
Il suo ministero sarebbe cambiato – e cambiato drasticamente, ma in un modo molto diverso da
lui previsto.